CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
lunedì 29 febbraio 2016

EVENTO TEATRALE – Organizzato dal 1° Circolo Didattico in collaborazione con Ivano Capocciama

E’ con grande entusiasmo che il nostro Istituto ha accolto l’iniziativa di un laboratorio teatrale per adulti a cura di Ivano Capocciama. Lo scopo è quello di dar vita ad un Laboratorio Teatrale per adulti del Comprensivo I di Sora rivolto a nonni, genitori, docenti, personale della Scuola, che rafforzi la coesione scuola – famiglia. Le lezioni si terranno il venerdì dalle ore 19.30 alle ore 21.00 presso l’Aula Magna della scuola Arduino Carbone. Il primo incontro si è tenuto, come da comunicazione effettuata tramite alunni, venerdì 4 febbraio, ma le iscrizioni sono ancora aperte.

“Il laboratorio teatrale indirizzato ad un pubblico “adulto” mirerà non solo alla formazione personale di una tecnica attoriale quanto, piuttosto, ad una educazione allo spettacolo che si declinerà, alla fine del processo, in una vera e propria messa in scena. La dimensione dello spettacolo dal vivo, allestito di fronte ad una platea di spettatori, condurrà i partecipanti al laboratorio verso un’approfondita conoscenza dei propri limiti e degli strumenti per superarli. Lo spettacolo agirà come antidoto contro tutto ciò che, nella vita quotidiana, inciampa in problematiche, ostacoli psicologici e fisici, impedimenti e difficoltà. Il laboratorio si declinerà intorno a due momenti temporali fondamentali: forgiare un processo creativo e costruire il mondo dello spettacolo a partire dal punto di vista della regia. Nel momento di individuazione del processo creativo i partecipanti, organizzati secondo la poetica del “cast”, organizzeranno un programma di lavoro in cui forgiare un substrato di tecniche e modalità utilizzabili nella seconda parte del laboratorio: la messa in scena dello spettacolo. Le prove rappresenteranno l’occasione per strutturare, alchemicamente, tutto quanto appreso nella prima parte del lavoro e lo spettacolo conclusivo non risulterà essere soltanto un saggio esplicativo di competenze apprese ma, piuttosto, una storia scritta, vissuta, raccontata e “vitalizzata” – volendo coniare un neologismo – attraverso corpi, parole, punti di vista e temperature.” – Ivano Capocciama

Circolo Comprensivo I di Sora

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
CLICCA QUI E RISPONDI AL SONDAGGIO
Menu
Ciociaria24