7 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 529 VOLTE

Ferrovia a rischio chiusura: il Sorano sa ancora lottare oppure no? (di Lorenzo Mascolo)

Tante, tantissime volte abbiamo implorato, direttamente o tramite il web e, in particolare sui social network, le istituzioni chiedendo la difesa di una ferrovia, la nostra, che vanta 110 anni di storia.

Pensavamo e pensiamo tuttora che con un impegno maggiore, costante e soprattutto lungimirante, la tratta potrebbe diventare un ottimo collegamento tra Tirreno e Adriatico. Purtroppo, però, le solite risposte quali “servono troppi soldi” piuttosto che “non ne vale la pena”, la nostra aspirazione è puntualmente finita nel dimenticatoio.

L’amico Roberto Di Ruscio, quando era assessore provinciale ai Trasporti, ci promise il Minuetto: niente da fare, anche perché pochi mesi dopo Iannarilli vinse le elezioni provinciali e la carica del politico sorano decadde. L’ex sindaco On. Cesidio Casinelli strinse un accordo con l’amministrazione di Avezzano al fine di avviare un’azione congiunta per la riqualificazione della ferrovia: caduto nel vuoto, soprattutto perché tale incontro avvenne a pochi mesi dalle elezioni comunali, vinte poi dal centro-destra. Tersigni stesso ha assicurato tutto il suo impegno affinché la Avezzano-Sora-Roccasecca venga valorizzata: ci contiamo.

Sta di fatto che la ferrovia è di nuovo a rischio chiusura e che il suo destino, purtroppo, è sempre evidentemente e maledettamente legato alle vicissitudini della Politica. Pertanto ci chiediamo: ha ancora senso lottare oppure dobbiamo mollare e lasciarla morire? Noi vorremmo continare a lottare, ma voi?

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu