13 febbraio 2017 redazione@sora24.it
LETTO 1.402 VOLTE

Foibe: è polemica sull’interruzione dell’assemblea al Liceo Simoncelli di Sora

In comunicato stampa emesso oggi, Francesco Mantova, responsabile cittadino di Forza Nuova, è tornato sui fatti accaduti la scorsa settimana durante un’assemblea indetta dagli studenti del Liceo Classico V. Simoncelli in occasione del Giorno del Ricordo.

«Ci sono storie che non si possono raccontare – esordisce Mantova. La tanto millantata ed osannata “memoria condivisa” sembra scontrarsi con muri insormontabili quando, dinanzi, viene a trovarsi l’ignoranza e la faziosa negazione dell’innegabile. E così a Sora, nel giorno del ricordo (ricorrenza istituzionale riconosciuta dallo Stato dal 2004), alcuni insegnanti interrompono una conferenza autorizzata dal Dirigente Scolastico per manifesta “politicizzazione fascista” dell’evento».

Ecco cosa è accaduto secondo la ricostruzione del segretario di FN: «Ad un certo punto della manifestazione – scrive Mantova – il relatore viene interrotto e alcune docenti, una su tutte, riescono a far togliere le bandiere dell’Istria e della Dalmazia con le sopracitate motivazioni. Viene tolto anche lo striscione che recita: “Loro unica colpa essere italiani”, le insegnanti rincarano: “quello è uno striscione di Forza Nuova”».

Da qui la richiesta di intervento alla preside: «Ribadiamo il nostro dissenso a questo modo di insegnare all’interno delle scuole e chiediamo alla Preside dell’Istituto, Prof.ssa Clelia Giona, di prendere provvedimenti nei confronti di chi interrompe momenti di approfondimento storico, trasmettendo ai ragazzi insegnamenti errati dall’interno delle nostre scuole».

Commenti

wpDiscuz
Menu