3 gennaio 2013 redazione@sora24.it
LETTO 568 VOLTE

FONTECHIARI – Ultimi giorni per ammirare lo splendido presepe realizzato da Emilio Rocchi

Ancora qualche giorno per ammirare a Fontechiari il presepe artistico, realizzato da Emilio Rocchi. Un presepe che si staglia come passione, ricerca e cura del dettaglio. All’inizio del centro storico del borgo medievale, in una stanza anticamente adibita a lustrascarpe, l’originale presepe in stile napoletano si mostra in tutto il suo splendore. È il dettaglio che mette in evidenza la lampante scena del momento. In primo piano è la natività che semplicemente pone la sacra famiglia dinanzi a tutto: al mondo, all’autore e allo spettatore. A mano a mano, andando verso il fondo della scena, si nota la riproduzione di un piccolo vicolo del Borgo: case, sassi, alberi e persino le tendine e i vasi sui balconi sono riproduzione dal vero.

È una nascita che viene messa in risalto da una cornice preparata ad arte da chi ama un luogo dove ospitare un tesoro: si parla di un bambino che porta il nome di Salvatore. Un Figlio di uomo che cerca un paese, una casa, una famiglia dove abitare. Lì la ricerca del particolare è il linguaggio ed il motivo ricorrente di un autore, ed un artista, che vuole adagiare la tenerezza sulla stoffa più preziosa… la Natività in primo piano illumina ogni cosa e lo spazio circostante è piedistallo dell’attesa più dolce. Da anni Emilio ha il solo desidero di proporre questa tradizione in prospettive diversi (lavorati per due mesi e più) col solo intento di mantenere viva la storia e l’arte del presepe. Potete visitare la sua opera e gustarne la bellezza nei suoi particolari accurati, guardando e ammirando non l’artista ma la fede che è stimolo di ogni pezzo ed opera esibita. A voi si rimanda il giudizio e la visione che vi farà rimanere, letteralmente, in adorazione della natività.

Gianni Fabrizio

Commenti

wpDiscuz
Menu