30 luglio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 3.734 VOLTE

Frosinone: cento animali con la “Lingua blu” tra Anagni e Colleferro. È allarme

Allevatori allarmati per un fenomeno che in pochi giorni ha già messo in crisi il settore. I capi sono stati abbattuti

Il Corriere della Sera lo ha definito “allarme lingua blu” (leggi). Si tratta, in sostanza, di una malattia malattia infettiva e contagiosa che colpisce pecore, capre, bestiame e ruminanti selvatici, con elevati tassi di mortalità nei capi ovini. È comunemente nominata “Febbre catarrale dei piccoli Ruminanti”, alias “Lingua blu” (clicca qui per un approfondimento tecnico).

Sono già un centinaio, tra pecore e ovi-caprini, i capi uccisi negli allevamenti nord della provincia di Frosinone ed anche in provincia di Roma. Le zone interessate dal fenomeno, a quanto pare iniziato pochi giorni fa, sono quelle di Anagni, Fiuggi, Paliano, Puglio, Colleferro e Subiaco. Casi del genere si segnalano anche in provincia di Latina. Le confederazione italiana agricoltori frusinate teme gravi ripercussioni nel settore zootecnico. Nei prossimi giorni ci dovrebbe essere un incontro con il Prefetto Emilia Zarrilli per analizzare la situazione e decidere le contromisure necessarie per contrastare il virus.

Clicca qui per leggere l’approfondimento de Il Corriere della Sera.

N.B. Foto di copertina: tratta da L’Unione Sarda

Commenti

wpDiscuz
Menu