20 luglio 2011 redazione@sora24.it
LETTO 200 VOLTE

Giunta Tersigni in risposta a Di Stefano: “Diciamo no alla logica del muoia Sansone con tutti i Filistei”

Avremmo preferito che il consigliere Di Stefano, sulla questione del Palazzetto dello Sport, ci avesse comunicato di aver speso le sue entrature in Regione Lazio per aiutarci a rimuovere le presunte  criticità operative che ostacolerebbero, a suo dire, il completamento di questa importante opera pubblica.

Avremmo preferito che il consigliere Di Stefano, munito di ramazza e paletta, in rappresentanza dei consiglieri di opposizione, avesse partecipato alla giornata di sensibilizzazione ecologica e civica a San Casto.

Avremmo preferito che il consigliere Di Stefano, anziché pontificare attraverso i mass media locali su questo o quel comportamento illegittimo del tal assessore o del tal consigliere, avesse dato il suo prezioso contributo, in uno con gli altri suoi colleghi di minoranza, sulla discussione (e relativa approvazione) del bilancio 2011.

Insomma, avremmo preferito che il consigliere Di Stefano, mettendo da parte la pur comprensibile delusione per l’esito dell’ultima tornata elettorale, avesse impostato, fin dall’inizio, i suoi cinque anni di opposizione, con spirito, se non costruttivo,  quanto meno professionale e leale. E invece la logica del suo agire politico amministrativo sembra essere quella del muoia Sansone con tutti i Filistei, dell’ho perso io e deve perdere tutta la città. Forse è opportuno, a questo punto, che qualcuno ricordi al consigliere Enzo Di Stefano che la campagna elettorale è finita e che un nuovo consiglio comunale ed una nuova giunta si sono legittimamente insediati e concretamente stanno lavorando per dare una soluzione ai tanti problemi che attanagliano Sora.

Noi tutti, consiglieri di maggioranza e membri della Giunta Tersigni, reagiremo con fermezza e decisione a questi atteggiamenti distruttivi del consigliere Di Stefano e lo faremo continuando a lavorare seriamente e concretamente per il bene di Sora e dei Sorani. E adotteremo ogni mezzo giuridicamente lecito per fermare la macchina del fango che in queste ore sta girando per le vie della nostra città; evitando di cadere nel perverso gioco del chiacchiericcio mediatico e affrontando le questioni nelle sedi istituzionali ed amministrative preposte.

Ci spiace, lo diciamo per inciso, che anche il consigliere Roberto De Donatis si stia appiattendo su questa opposizione da bar dello sport, del sentito dire, del forse e del sembrerebbe. In riferimento a presunte situazioni di “conflitto di interesse”, sollevate da quest’ultimo, vogliamo una volta per tutte tranquillizzarlo confermando la nostra volontà a vigilare attentamente sul formarsi di eventuali focolai di situazioni poco chiare e di dubbia opportunità politica.

Non ci sarà posto, in questi cinque anni di amministrazione, per quei “furbetti del quartierino” o simili che hanno spopolato sulla scena politico amministrativa sorana del passato; questo sarà il quinquennio del cambiamento e del rinascimento, anche morale, di Sora.

I Consiglieri di Maggioranza e gli Assessori della Giunta Tersigni

Commenti

wpDiscuz
Menu