venerdì 23 ottobre 2015 redazione@sora24.it

Gli Scouts dell’Agesci Sora 1 aprono l’anno scout 2015-16

Si svolgerà domenica 24 ottobre 2015, a partire dalle ore 8,30, presso la Parrocchia del Divino Amore, nel quartiere Pontrinio di Sora, la cerimonia di apertura dell’anno scout del gruppo AGESCI (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) Sora 1, composto da circa 40 tra lupetti e lupette (bambini/e dai 7 ai 12 anni), esploratori e guide (ragazzi/e dai 12 ai 16 anni), rovers e scolte del Clan/Fuoco (ragazzi/e tra i 17 e i 20 anni), nonché da una decina di capi adulti.

Durante la stessa verrà celebrato il rito dei passaggi, quest’anno dalla sola branca dei Lupetti a quella del Reparto. Dopo aver partecipato alla messa delle ore 10,15, presso la stessa chiesa parrocchiale, il tutto si concluderà alle 16,30, dopo lo svolgimento di un grande gioco comunitario. Anche quest’anno, così come ogni altro trascorso nella comunità locale e nella comunità diocesana, a tutti i componenti del gruppo è richiesto di adempiere all’impegno di lasciare il mondo migliore di come lo si è trovato, con il sorriso sulle labbra.

Come risaputo, lo scautismo mondiale è un movimento educativo di giovani e per i giovani, che esprime un ideale di vita. I suoi principi ispiratori universali, sono sintetizzati nella Promessa, nella Legge scout e nel Motto “Estote Parati” (Sii preparato). Il ragazzo e la ragazza non solo entrano a far parte della grande famiglia degli Scouts, ma si impegnano di fronte a Dio e al mondo, forti della fiducia che sentono riposta in loro e della libertà con cui aderiscono a questo ideale, per giocare un ruolo responsabile nella vita.

20150904_105110-1

Tali principi ispiratori si concretizzano, soprattutto ma non solo, nella volontà dei ragazzi e ragazze scout di essere “protagonisti” e di voler tradurre questo impegno in un’azione concreta di responsabilità e di condivisione, perché, come dice Papa Francesco nella sua ultima Enciclica “LAUDATO SI’”, possano anche essere, oggi come domani, degni custodi del Creato, persone di buona volontà, “custodi” della creazione, del disegno di Dio iscritto nella natura, custodi dell’altro, dell’ambiente.

Tutto ciò rientra tra i valori innati nello scautismo, così come vi entrano di diritto i principi che hanno ispirato l’opera di Don Lorenzo Milani, il maestro dei piccoli e dei giovani contadini poveri di Barbiana, sulle colline toscane, negli anni sessanta del secolo scorso, sintetizzati nella seguente frase: “Su una parete della nostra scuola c’è scritto grande “I CARE”. E’ il motto intraducibile dei giovani Americani migliori: “me ne Importa, mi sta cuore”. Esatto e il contrario del motto fascista “me ne frego”. Ho imparato che il problema degli altri e uguale al mio. Sortirne insieme è la politica, sortirne da soli è l’avarizia”.

Tutto il gruppo scout AGESCI Sora 1 ci tiene, infine, a ringraziare Don Francesco Cancelli e la sua comunità parrocchiale, per l’ospitalità concessa, così come ringrazia il Vescovo Gerardo, per la loro costante presenza e per il loro fondamentale sostegno. Per informazioni e iscrizioni ci si può rivolgere ai Capi Gruppo, Sonia (tel. 329.0522991) e Vincenzo (tel. 348.5928680).

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti