CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
martedì 28 febbraio 2017 redazione@ciociaria24.net

Grande successo per l’appello degli studenti del Comprensivo 1 Sora per una città sempre più verde e sostenibile

Tutta l’Italia si è fermata a riflettere su come diminuire il proprio impatto ambientale: migliaia di piazze, ristoranti, aziende, case di privati cittadini e scuole. Tra queste, tutti e tre i plessi dell’Istituto Comprensivo 1 Sora che ha per primo aderito all’iniziativa sostenendo il simbolico “silenzio energetico”.

Dagli scavi di Pompei al Colosseo e al Quirinale, dalla Reggia di Caserta agli Studios di Cinecittà, da Palazzo Pitti di Firenze al Palazzo Ducale di Mantova. Queste solo alcune delle prestigiose adesioni a “M’illumino di meno”, la campagna di sensibilizzazione a favore del consumo razionale di energia. Da quest’anno sarà possibile annoverare anche l’adesione del Comune di Sora che ha deciso di spegnere le luci presso il Santuario della Madonna delle Grazie.

Ringrazio l’Istituto Comprensivo 1 Sora per avere dato vita a un percorso di educazione alla sostenibilità, focalizzandosi, in particolare, sul contenimento dei consumi dell’energia elettrica” dichiara il Sindaco Roberto De Donatis.

È con grande entusiasmo che abbiamo risposto all’appello di Caterpillar perché, se è vero che lo spreco energetico si può evitare soprattutto con interventi strutturali, sono altresì importanti i semplici accorgimenti che ogni singolo individuo può mettere in pratica. Il nostro obiettivo primario, per questa edizione, è stato quello di promuovere la riflessione sull’argomento da parte dei nostri ragazzi” conclude la Dirigente Scolastica Rosella Cav. Puzzuoli aggiungendo “Come tutti sappiamo si tratta di un atto di amore verso la Terra. Spegnere le luci due ore, tutti insieme, privati cittadini e Comuni, genera un risparmio energetico non indifferente e tutto il Pianeta ne gioverà”.

E come l’astronauta Samantha Cristoforetti disse lo scorso anno in occasione della stessa campagna “Ci sono cose che solo il buio può incorniciare. Spegniamo le luci e accendiamo l’immaginazione.”

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
Menu