Pubblicità

I 5 Stelle infuocano la piazza di Sora

Nonostante il freddo polare, una piazza piena ed i big del Movimento 5 Stelle sul palco sanciscono Fabrizio Pintori come il candidato Sindaco da battere alle prossime amministrative.

Pubblicato ildomenica 17 gennaio 2016   
Pubblicità

Questo quanto pubblicato da Ciro Altobelli nell’edizione odierna del quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi.

Pubblicità

“Entusiasmo, partecipazione ma anche resistenza. Se le prime due caratteristiche sembrano essere da sempre il tratto distintivo del M5S, da ieri sera va aggiunta anche la resistenza … al freddo. Un’apertura di campagna elettorale così gelida, solo dal punto di vista meteorologico, infatti, non era certo auspicabile, ma il calore degli attivisti e dei simpatizzanti ha fatto superare ogni difficoltà ed alla fine il bilancio è senz’altro positivo per gli “Amici del MoVimento 5 Stelle Sora”, che hanno organizzato l’incontro tra i cittadini sorani e il vice presidente della Camera dei  Deputati Luigi Di Maio, il deputato Luca Frusone, la consigliera regionale Silvana Denicolò e l’europarlamentare Fabio Massimo Castaldo.

Centinaia di persone hanno partecipato all’evento riempiendo in buona parte la piazza e dando il senso di un movimento in grossa crescita e che alle elezioni potrà dare filo da torcere alle altre coalizioni. Tanti giovani hanno partecipato e due di loro, Benedetto De Vittoris e Vincenzo Meglio, appena diciottenni, sono stati anche protagonisti parlando dal palco della voglia di partecipazione e della volontà di stimolare la soluzione dei problemi che interessano da anni la città di Sora.

L’attivista Elisa Pellegrini ha evidenziato poi la disillusione per programmi elettorali del passato, regolarmente non rispettati da chi vinceva le elezioni.  Stefano Grimaldi ha parlato del valore dell’impegno per la propria città, mentre Valeria Di Folco ha sottolineato le problematiche urbanistiche ed ha criticato la mancata individuazione delle priorità, «non si possono fare le rotatorie mentre le strade sono tutte dissestate».

Per Giuseppe  Traina bisogna cambiare perché «a Sora non c’è lavoro, i negozi chiudono e i giovani vanno via». Per Otello Martini invece bisogna arrivare alla risoluzione del contratto con l’Acea. Giulio De Gasperis ha focalizzato l’attenzione sui problemi dei servizi sociali, da potenziare. Simona Mosca ha rimarcato il passo indietro di Sora rispetto agli altri comuni della provincia con la perdita di tribunale, ambulatori sanitari etc, mentre per Attilio Tollis bisogna creare le condizioni per uno sviluppo sostenibile della città.

Il consigliere regionale Silvana Denicolò ha evidenziato i risultati ottenuti dal M5S pur essendo all’opposizione. L’eurodeputato Castaldo ha illustrato la fondamentale importanza dei fondi europei utilizzabili anche per la bonifica del territorio. Infine il deputato Luca Frusone ha rivendicato il merito di aver fatto ricorso contro l’atto aziendale che penalizza l’ospedale, mentre il candidato sindaco Pintori ha spiegato i motivi che a Sora rendono indispensabile sostenere l’azione del movimento.

A chiudere, Di Maio ha infiammato (e ce n’era davvero bisogno) i cittadini illustrando le basi programmatiche,  le proposte – come quella di dare 600 euro ai disoccupati – e i risultati ottenuti finora dal movimento grillino”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
Menu
Ciociaria24 Verdana Srl 800-090501 info.ciociaria24.net