mercoledì 12 agosto 2015

I 5 Stelle sorani danno il via all’operazione trasparenza in Comune

Gli attivisti del MeetUp “Amici del Movimento 5 Stelle Sora” con varie richiesto di accesso agli atti rivolte all’Amministrazione comunale hanno dato il via ad una vera e propria “operazione trasparenza”. Lo scopo, oltre a far si che vengano pubblicate sul sito web del Comune tutte le informazioni ed i documenti previsti dalla vigente normativa, è quello di verificare come vengono gestiti i beni e come vengono spesi i soldi pubblici.

Con le richieste di accesso, trasmesse per conoscenza anche agli organi preposti al controllo quali la CIVIT (Commissione per la Valutazione, l’Integrità e la Trasparenza delle Pubbliche Amministrazioni) ed all’ANAC (Agenzia Nazionale Anti Corruzione), sono stati richiesti vari documenti, fra i quali:

  • il Piano Economico di Gestione relativo alla pianificazione degli obiettivi dell’azione amministrativa;
  • i dati del patrimonio immobiliare del Comune, immobili di proprietà e quelli concessi o presi in locazione;
  • i dati sulle Società partecipate, in particolare, i risultati di bilancio degli ultimi tre esercizi finanziari della Farmacia comunale e dell’Ambiente S.u.r.l.;
  • I documenti del progetto di illuminazione pubblica;
  • Perizia di Variante (approvata con delibera n. 93 del 08/04/2015) del progetto di riqualificazione delle opere di urbanizzazione e verde pubblico del centro storico, rione S. Silvestro, e rione Indipendenza ricomprese nell’ambito del programma di interventi denominato “Contratti di quartiere II” (clicca qui)

Fra i destinatari delle richieste, sempre per conoscenza, è stato inserito l’intero Consiglio Comunale, per gli approfondimenti che i singoli Consiglieri riterranno opportuno effettuare. Le citate richieste sono strumenti fondamentali per poter svolgere un’azione di controllo da parte di tutti, anche dei singoli cittadini e loro presentazione non necessita di motivazione.

Si tratta fondamentalmente di una forma di controllo che parte dal basso, per conseguire l’obbiettivo perseguito dal legislatore con l’approvazione del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, vale a dire, rafforzare lo strumento della trasparenza, quale misura fondamentale per la prevenzione della corruzione. In conclusione, si invitano tutti i cittadini a voler utilizzare questo prezioso strumento per verificare personalmente se la pubblica amministrazione si sia adeguata alle norme in materia di trasparenza.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
Menu
Ciociaria24