14 ottobre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 645 VOLTE

I Campionati del Mondo di Karatè parlano sorano: bronzo a Francesco Di Piro

Ieri seconda e penultima giornata dei campionati del mondo di karatè: tre sole medaglie per la nazionale italiana (Confederazione CKI) ed incredibilmente due parlano sorano; dopo l’argento conquistato ieri da Guido Polsinelli nella categoria kata bambini (cinture da verde a nera), ieri è stata la volta di Francesco Di Piro nella categoria kumite (combattimento) bambini (cinture da verde a nera) che ha conquistato la medaglia di bronzo dietro al rappresentante del Brasile (oro) e dell’Inghilterra(argento).

Il rappresentante brasiliano, che ieri aveva sconfitto sul filo di lana Guido Polsinelli, oggi si è ripetuto con un altro oro nella specialità kumite. Soltanto a causa di un arbitraggio a dir poco scandaloso l’altra punta di diamante della scuola sorana, Juri Bruni, non ha potuto gioire nella categoria kumite juniores in quanto squalificato per un attacco ritenuto scorretto che, invece, a vista di tutti è sembrato da ippon (punto pieno) e, quindi, semifinale sicura.

Grande successo dunque per la scuola AKS Funakoshi Sora del maestro Luigi Bruni che ha visto sul podio due dei sette atleti convocati dalla nazionale. Buona comunque la prestazione degli altri atleti sorano impegnati: Michele Amore, Matteo Castagna, Francesco Santi, Francesco Tuzi, fuori alle eliminatorie nonostante prove soddisfacenti.

Roberto Polsinelli

Commenti

wpDiscuz
Menu