11 febbraio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 420 VOLTE

I Presidenti del Sora Calcio: “Questa è Sparta… Non siamo disposti a tollerare oltre”

«Questa è Sparta. I panni li stiamo lavando in casa. W le riunioni carbonare… ma senza pasta. La dama del Castiello si chiama Alessandra. Se si parte la domenica, si perde sicuro. Lillo la birra non la vuole. Avviso ai gufi: è aperta la caccia!!!

Finiti i messaggi in codice, ecco, di seguito, quelli chiari e comprensibili a tutti. Questa società, dalla data odierna, non si farà più carico di ulteriore dispendio di energie economiche diverse da quelle assunte con i propri tesserati, che meritano il rispetto dovuto e non devono più subire ritardi a causa di altre questioni non ascrivibili alle nostre responsabilità. Non siamo disposti a tollerare oltre anche alcuni atteggiamenti minatori assunti da chi farebbe meglio a farsi un attento esame di coscienza. Da oggi, ognun per sè, rispetti gli impegni assunti nei tempi e nei modi scelti e sottoscritti. Se il Sora Calcio subirà ulteriori punti di penalizzazione, con quanto ne consegue, la colpa sarà di chi non ha rispettato gli impegni. Se il Sora Calcio non potrà iscriversi al prossimo campionato, con quanto ne consegue, la colpa sarà di chi non ha rispettato gli impegni.

Uomo (o uomini) avvisato, mezzo salvato. Over and Out.»

I presidenti del Sora Calcio: Fabio Attianese ed Andrea Pecorelli

Commenti

wpDiscuz
Menu