lunedì 8 maggio 2017 redazione@sora24.it

I ragazzi del CAI portano Sora alla Vesuvio Skymarathon e sul Gran Paradiso

La città di Sora conferma la sua naturale vocazione agli sport di montagna grazie alla dedizione e passione dei ragazzi del Club Alpino Italiano.

Domenica 7 maggio si è disputata a Napoli (Ottaviano) la spettacolare VESUVIO SKY MARATHON, gara di livello internazionale su un percorso di 46 km con un dislivello positivo di 2500 metri. Trecentocinquanta i partecipanti tra cui gli atleti della squadra di trailrunning G.S. Cai Sora: Roberto GRECO, Tony FIORELLI e Archimede LILLA. Superba la prova di Roberto, sempre protagonista nelle prime file a dettare i ritmi, che con una prestazione impeccabile agguanta un QUINTO posto assoluto alle spalle del campione del mondo Tadei Pivk e del campione delle ultra distanze Franco Colle’. Ottima prestazione anche per TONY (19°) ed ARCHIMEDE (20°) entrambi primi di categoria. Con soli tre atleti il G.S. CAI Sora si è affermato come prima squadra laziale.

Accanto alla disciplina della corsa di montagna il Cai ha riportato in auge anche la pratica dell’alpinismo. Lo scorso 23 aprile i soci Emanuele PETROZZI, Piero CAPOCCIA e Danilo FERRI hanno raggiunto in invernale la vetta del GRAN PARADISO (4.061 mt.) lasciando sulla cima il gagliardetto del Cai Sora e dedicando l’impresa al novantesimo anniversario di fondazione.

Uno dei punti di forza della storia del CAI Sora, che lo rende un unicum nel panorama associazionistico e sportivo del territorio, è quello di aver creato un perfetto ponte generazionale tra i ragazzi del presente e i “ragazzi” del passato. Espressione di questo legame è senza dubbio la presenza oggi della prima squadra di trailrunning della città e dell’attività alpinistica di primo ordine che costantemente i giovani soci praticano nel rispetto di quei valori tramandataci dai soci fondatori, valori che presenteremo al record del mondo NICO VALSESIA ospite a Sora il prossimo 26 maggio.

Commenti

wpDiscuz
Menu