lunedì 12 maggio 2014 redazione@sora24.it

I ringraziamenti del Commissario Patrizi per il Certamen Ciceronianum

«Sono stato davvero lieto di tributare a tutti i giovani e bravissimi partecipanti al Certamen Ciceronianum, il saluto della cittadinanza della Provincia di Frosinone, che ancora una volta mi sono onorato di rappresentare. Nel messaggio augurale avevo affermato come si sarebbe aperta una nuova gioiosa pagina nei giorni del Cartemen, come accade ogni anno ormai da tanti e tanti anni, su una delle iniziative culturali più interessanti della nostra provincia. Non ho avuto torto: il Certamen Ciceronianum Arpinas ha confermato anche quest’anno il altissimo valore e ancora una volta ci ha contraddistinto nel mondo con l’espressione più bella dell’impegno culturale, quello che vede all’opera i giovani.

Questa manifestazione ha avuto e continua ad avere il merito di mettere a frutto la bellezza dei luoghi e il valore dell’appartenenza, aprendole al mondo. Non a caso il Certamen fu indicato da menti notevoli come antesignano dei valori di una nuova Europa, nell’istante in cui riuniva sotto il cielo di uno dei maggiori simboli del pensiero politico della storia di Occidente le giovani menti provenienti da ogni dove, anche dai paesi che all’epoca erano ancora oltre la cortina di ferro. E voglio ripetermi, non a caso definisco “gioiose” queste giornate. Le ho sempre viste così negli occhi di quei ragazzi, arsi dal furore di un’arte desueta per la loro età, quella della letteratura più classica, nel cimento che li vede eccellere e rappresentare, non solo una scuola, ma un popolo, una terra. Negli occhi, a volte anche commossi, di chi è riuscito a prevalere. Queste giornate sono gioiose anche per noi, che vediamo riempirsi le nostre piazze, come la splendida piazza di Arpino, degli sguardi vitali degli studenti ma anche di tanti e tanti altri, accorsi ad assistere, a testimoniare. Gioiose per noi, le giornate del Certamen, anche perché sappiamo che il valore della nostra ospitalità, attraverso l’esperienza di quegli studenti, viaggerà ancora una volta per il mondo e, con essa, quel che siamo, quel che sappiamo essere: un popolo antico e ospitale. Grazie, dunque a tutti coloro che hanno colorato le nostre piazze, grazie, mille volte, agli organizzatori di questa importantissima manifestazione».

Il Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone – Giuseppe Patrizi

Commenti

wpDiscuz
Menu