domenica 25 maggio 2014 redazione@sora24.it

Ieri altri furti, ecco le foto. Stiamo permettendo il saccheggio di Sora senza alzare un dito

“Tornare a casa e …….. Non ci sono parole per descrivere quello che si prova. Il disgusto, la rabbia”. Questo il commento di una donna che ieri sera ha postato su Facebook le immagini del suo appartamento messo a soqquadro, per denunciare pubblicamente una situazione divenuta insostenibile. Sora è una città sotto scacco dei ladri, i furti nelle case sono all’ordine del giorno, i cittadini indifesi: nessuno che provi a fare qualcosa di concreto per arginare questo fenomeno diventato più che evidente.

In questi mesi abbiamo parlato di ruberie in ogni zona della città, compresi i comuni limitrofi. Che si tratti di Compre-San Vincenzo, della zona della Figura, di Broccostella, di via Baiolardo o del centro, non fa differenza: i ladri continuano tranquillamente a saccheggiare le nostre case. E rubano di tutto: “Mi hanno portato via persino oggetti della Thun”, ha dichiarato la signora che ha postato le foto presenti in questa pagina.

Ovviamente i malviventi cercano soprattutto denaro e preziosi, ma non disdegnano anche vestiti, elettrodomestici e suppellettili varie. In ogni caso ciò che stupisce è l’assordante silenzio nei confronti della vicenda. Nessun provvedimento, nessun giro di vite: si naviga a vista come al solito, perché tanto il problema è degli altri. Praticamente stiamo permettendo il saccheggio di Sora senza alzare un dito.

La casa immortalata è situata sulla parallela di viale San Domenico, denominata anch’essa via Cellaro, per intenderci a poca distanza dalla chiesa comunemente chiamata “I Sgherre”. Indiscrezioni parlano di altri furti, avvenuti sempre ieri, anche nella zona della Sura ed a Broccostella. Probabilmente stavolta i ladri hanno “visitato” le case nel tardo pomeriggio, non nelle ore notturne come accade spesso. Ciononostante ribadiamo l’esigenza di istituire una o due pattuglie della Polizia Locale con il compito di controllare le zone della città di giorno e di notte, specialmente quelle periferiche.

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu