24 dicembre 2011 redazione@sora24.it
LETTO 495 VOLTE

Il consiglio comunale vota il salva Ambiente: sui rifiuti accordo in vista tra Sora, Broccostella e Campoli

Il Comune di Sora ha trovato la soluzione per salvare l’Ambiente Spa, la società partecipata, municipalizzata al 99% con circa settanta dipendenti, che nella città fluviale si occupa della raccolta rifiuti e del verde. Visto che la nuova legge prevede la cancellazioni delle ditte partecipate nei Comuni al di sotto dei 30mila abitanti, nell’ultima assise il consiglio comunale di Sora (26mila residenti circa) ha votato all’unanimità un documento “salva-Ambiente” che prevede il progetto per creare una sorta di consociazione sulla raccolta rifiuti tra Sora, che sarà il Comune guida, e i Comuni limitrofi di Broccostella e Campoli Appennino. In questa maniera la quota di utenti compresi dai servizi della società partecipata sorana presieduta da Grazio Annarelli arriverebbe a oltre 30mila persone, numero sufficiente secondo la nuova normativa per evitare lo scioglimento dell’Ambiente Spa. Il progetto dovrà essere approvato e reso operativo per legge entro il 31 dicembre 2012. C’è un anno di tempo. Ma i vertici dell’Ambiente Spa ostentano sicurezza. “L’accordo con Campoli e Broccostella c’è”, garantiscono. Contando probabilmente sulla filiera politica tra i tre sindaci pidiellini Ernesto Tersigni (Sora), Pietro Mazzone (Campoli Appennino) e Sergio Cippitelli (Broccostella).

Il direttore responsabile di Sora24 – SACHA SIROLLI

Commenti

wpDiscuz
Menu