24 agosto 2014 redazione@sora24.it
LETTO 728 VOLTE

Il CT della Nazionale Sandro Polsinelli ci aggiorna dal Campionato del Mondo di Tiro al Piattello

«La situazione, al momento, non è affatto rosea. Per la qualifica Senior conduce la Gran Bratagna con 287/300, seguita dalla Spagna con 282 e dal Portogallo con 279. L’Italia è quarta con 277, seguita dalla Repubblica Ceca, dalla Francia e dall’Australia. Nella qualifica Lady, Italia in vantaggio sulla Francia e sulla Gran Bretagna. Anche nella qualifica Master l’Italia è in vantaggio sulla Gran Bretagna e sulla Francia. Per la qualifica Junior, conduce la Francia seguita dall’Italia e dalla Gran Bretagna. Infine, per la qualifica Veterani, l’Italia è terza, preceduta dalla Gran Bretagna e dalla Francia ed in vantaggio sul Sud Africa e sul Belgio. Ancora una volta bisognerà sparare fino all’ultimo piattello per stabilire i vincitori, visto lo scarso vantaggio accumulato oggi. Dovranno lottare con i denti, invece, i Senior per poter aspirare a salire sul podio. Nell’individuale Muoio conduce, a pari merito con l’olimpico Ling, con 98/100.

Personalmente non posso ritenermi soddisfatto del punteggio conseguito nella classifica in Coppa del Mondo, avendo ottenuto un risultato al di sotto delle aspettative. Purtroppo, i numerosi impegni nella Commissione Tecnica Internazionale non mi hanno permesso di concentrarmi in maniera adeguata alla manifestazione. Qualche nota: ieri la Cerimonia d’apertura è stata davvero commovente. Quindici Nazioni hanno sfilato e, per la prima volta, le ho guardate dal palco, in compagnia delle massime Autorità Sportive Internazionali, del Presidente della FITAV, Sen. Luciano Rossi, del Presidente della Federazione Internazionale, J.F. Palinkas e dell’olimpionico Antonio Rossi. Anche l’insediamento della neo Commissione Tecnica Internazionale, con il conferimento della Presidenza, mi ha commosso. Sono stati momenti davvero fantastici che ho vissuto insieme alla Squadra ed al Presidente. Stasera, dopo la cena ho parlato agli atleti e, dopo qualche momento di svago, tutti a letto per essere pronti e competitivi domani mattina. A domani sera, con la speranza di comunicare notizie piacevoli».

Sandro Polsinelli

Commenti

wpDiscuz
Menu