29 dicembre 2011 redazione@sora24.it
LETTO 580 VOLTE

Il dibattito nel centro-sinistra durante le feste natalizie

Dopo i vari botta e risposta tra Pellegrini, De Donatis, Lombardi e Paesano, anche una parte della società civile, dei movimenti civici vuole dire qualcosa in merito. C’è pure un’altra via: quella che è fuori dal consiglio comunale, è la società civile e sono i movimenti. C’è la politica con altri soggetti attivi che difendono il territorio con la politica del quotidiano, la politica che boicotta certi prodotti e società da un lato. C’è poi la politica tradizionale quella dei partiti e dall’altra la nostra politica, la post politica che non è la fine della politica. Anzi è la vera politica, per adesso. I partiti tradizionali stanno o hanno già perso la loro funzione che viene ripresa dai movimenti della società civile. Per adesso i partiti non danno più la sicurezza del farsi ascoltare come succede invece con i movimenti che si impegnano su tante altre occasioni: Governo del territorio, paesaggio, sociale, ambiente, difesa dei più deboli, ecc. Ormai è riconosciuto, c’è difficoltà e diffidenza nei partiti, in pratica c’è sfiducia nei partiti. I sentimenti contro i partiti sono tanti e la strada è ancora lunga soprattutto a Sora per cambiare le cose e per tornare ai tempi migliori.

Domenico La Posta – Associazione “Verde Liri” sez. Ambiente

Commenti

wpDiscuz
Menu