22 ottobre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.013 VOLTE

Il dirigente scolastico Marcella Petricca ricorda mons. Edoardo Facchini a 50 anni dalla morte

“La nostra Scuola si onora di essere intitolata ad un grande uomo: vescovo, partigiano, educatore”

Cinquanta anni fa, all’alba del Concilio Ecumenico Vaticano II,  moriva la bellissima figura di mons. Edoardo Facchini: sacerdote, vescovo, patriota, umile uomo di cultura e di fede. Originario di Carnello, gli è stata intitolata la Scuola Media che fa capo “all’Istituto Comprensivo n. 3” di Sora. Il Dirigente Scolastico della Scuola Media “E. Facchini”, dott.ssa Marcella Petricca, ha voluto fare memoria  della ricorrenza, sollecitando i propri alunni a riflettere sul valore educativo rappresentato dall’illustre presule, mettendone inoltre in risalto le doti umane, cristiane e culturali .”Sono onorata di guidare questa Scuola che porta il nome di mons. Edoardo Facchini, uno dei più illustri figli di questo territorio. Il suo atteggiamento umile, riservato  e discreto, conquistò tutti, da sacerdote, poi da vescovo ed ancora come partigiano. La sua bussola è sempre stato il Vangelo ed amò concretamente soprattutto “gli ultimi”. Operò il bene  e con instancabile forza seppe sempre agire , nel pubblico e nel privato, al servizio di tutti. Fu un eroico difensore dei valori più sacri dell’uomo: la libertà, la dignità, la pace, il lavoro. Fu un “padre conciliare” attento, scrupoloso e vigile. Seppe essere un educatore  instancabile anche perché dalla cattedra di vescovo, volle, con intelligenza, predicare il messaggio cristiano che invita alla fratellanza  ed alla disponibilità, fino al sacrificio. A nome di tutto il “Comprensivo n. 3, ha aggiunto la dott.ssa Marcella Petricca,  saluto e ricordo il “pastore buono e saggio”, che, come educatore, ha saputo  diffondere nei cuori di allora un forte esempio di umiltà, di carità e di servizio. Un messaggio ed una consegna che, ribadiamo,  anche in questa ricorrenza, facciamo nostri.”

Commenti

wpDiscuz
Menu