16 novembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 526 VOLTE

L’Einaudi di Sora il 20 novembre ad Atina per il 1° concorso gastronomico “Giovani Comì in Valcomino”

Quattro istituti alberghieri si sfideranno martedì 20 novembre per aggiudicarsi il primo concorso gastronomico organizzato dall’associazione Unione Cuochi Ciociari. Nel ristorante Le Cannardizie in piazza Garibaldi a Atina in lizza gli istituti professionali M.Buonarroti di Fiuggi, L.Einaudi di Sora, Ipssar Cassino, e la sezione staccata del Buonarroti di Ceccano. Al termine della competizione prevista una serata conviviale a Palazzo Ducale.

L’appuntamento dunque è per martedì 20 novembre . Il prestigioso concorso in cui sono coinvolti gli Istituti Professionali di Stato Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera inizia alle ore 12. Nel Ristorante Le Cannardizie scenderanno in campo gli allievi delle varie scuole alberghiere e solo tre ragazzi verranno nominati i vincitori assoluti di questo concorso. A degustare i piatti ci sarà una giuria formata da grandi chef esperti tra cui chef provenienti dall’Associazione Cuochi di Latina e  Roma.Come premio al primo vincitore del concorso sarà assegnata una borsa di studio di euro 500,00 e il trofeo Unione Cuochi Ciociari. Al secondo e al terzo classificato  verrà assegnata una targa Unione Cuochi Ciociari. A tutti gli altri partecipanti saranno consegnati gli attestati di partecipazione .

Al termine della competizione ,previsto per le ore 19:30 circa, seguirà una serata conviviale presso il Palazzo Ducale di Atina con un buffet offerto dall’Unione Cuochi Ciociari e dai numerosi sponsor di questa manifestazione. Prenderanno parte a questa serata varie tv locali e giornalisti. Ad accogliere gli ospiti saranno i ragazzi dell’Istituto di Istruzione Superiore L.Einaudi di Sora accompagnati dal loro dirigente scolastico Prof. Vinicio Del Castello. Tra gli invitati saranno presenti le aziende sponsor della competizione i cui rappresentanti offriranno in degustazione  i loro prodotti tra cui: Pac Food, Pacitti (pecorino di Picinisco),Peppuovo(Produzione di uova livornesi),Alipas(abbigliamento da lavoro),Paolucci liquori,Roscilli(produzione funghi),Pagnani Tartufi,Ristorante La Grotte,Ristorante Luna Rossa,Ristorante Lefebvre , Cordelia(produzione pasta all’uovo e ripiena),Ristorante Le Cannardizie, PRO DOP (produzione peperone cornetto di Pontecorvo),Masseria Barone,Azienda Tullio,Consorzio del Cannellino DOP,Tintolavanderia Antonio Greco,Shop and service sora,Il frantoio(produzione olio extravergine di oliva),Guglielmi carni, Le colline Ciociare (produzione ciambelline di Veroli,amaretti ecc.) e Pasticceria persi chini (Villa Latina). La messa  in opera di questa organizzazione è frutto di duro lavoro di vari chef che ogni giorno mettono a disposizione il loro impegno e tutto il loro sapere per far crescere questa piccola associazione ciociara.

Gli organizzatori dell’evento sottolineano come  “questa associazione non ha finalità di lucro e pertanto  tutto quel che organizziamo lo facciamo con il cuore e con tanta passione verso il nostro mestiere. A breve verrà pubblicato sul nostro sito face book Unione Cuochi Ciociari un programma riguardante i corsi professionali riservati ai nostri associati per l’anno 2013 e vari eventi ed iniziative a cui l’Unione Cuochi Ciociari prenderà parte coinvolgendo , dove possibile anche i vari istituti alberghieri ciociari. Ringraziamo il Comune di Atina per averci messo a disposizione il Palazzo Ducale, il Ristorante Le Cannardizie per averci messo a disposizione il proprio locale ed il proprio laboratorio di cucina nonché tutti gli istituti partecipanti, i vari sponsor , la giuria e quanti vogliano prendere parte a questo concorso.

Un saluto agli associati ed agli amici da: Marco Graziosi Presidente dell’Unione Cuochi Ciociari, Antonio Cristini Vicepresidente,Campagna Romeo Tesoriere, Cipollini Marco segretario,Pro Mauro consigliere,Persichini Roberto Consigliere,Mirko Romoli Consigliere, Muscedere Marco Consigliere(responsabile Giovani) e Altilia Alessandro Consigliere (responsabile Giovani).

 Il direttore responsabile di Sora24 – SACHA SIROLLI

Commenti

wpDiscuz
Menu