mercoledì 10 agosto 2016 redazione@sora24.it

Il lottatore sorano Vito Rea nella Inoki Genome Federation! Debutto a Tokyo il 3 settembre

Da pochi giorni è stato annunciato dalla IGF il debutto di Vito Rea in Giappone con la grande federazione nipponica di Antonio Inoki, celebrità ed icona del Sol Levante, divenendo così il primo Italiano ad entrare nella rosa ufficiale. Vito Rea, attuale Campione Mondiale negli Stati Uniti con la Viper Pro Wrestling (titolo vinto contro Dan Severn) debutterà il 3 Settembre al Tokyo Dome, tempio storico del combattimento, per l’evento più importante dell’anno, l’Ali – Inoki “Bo-Ma-Ye” 2016 in memoria del 40° Anniversario del match tra Cassius Clay in arte “Muhammad Ali” e l’idolo Giapponese Antonio Inoki che si svolse il 26 Giugno del 1976, evento che fu presto definito il “World Martial Arts Day”. Antonio Inoki, Hall Of Famer Internazionale e star Giapponese del combattimento è per antonomasia l’innovatore dello stile di lotta conosciuto come “Puroresu”, o meglio “Strong Style Wrestling”, uno stile nel quale è maggiormente valorizzata la componente tecnica e sportiva della lotta tra i due avversari conservandone così l’origine, anziché prediligere l’intrattenimento (stile Americano moderno). Vito Rea è uno dei pochi atleti al di fuori del Giappone ad essere ritenuto all’altezza di poter lavorare nello Shoot-Style Wrestling, svolgendo simultaneamente match di vari stili nei circuiti Americani, Europei e Giapponesi.

13940932_10207037016260773_168991547_n

Una delle qualità principali che caratterizza infatti la Inoki Genome Federation è la rosa dei lottatori che oggi vede protagonista anche Vito Rea; una rosa formata principalmente da atleti in grado di sostenere sia combattimenti di Pro-Wrestling che di MMA, motivo principale per cui la federazione ha nella sigla il termine “genome”, in riferimento allo stile di combattimento reso popolare in Giappone da Antonio Inoki e da lui tramandato fino ad oggi. E’ possibile quindi osservare nomi di spicco presenti nella rosa della federazione al fianco del lottatore sorano come ad esempio Brock Lesnar, Kurt Angle, Bobby Lashley, Josh Barnett, Aleksander Otzuka, Fedor Emelianenko e Mirko Cro-Cop, ovvero lottatori con un bagaglio tecnico relativo a reali stili di combattimento (Lotta Libera, Catch Wrestling, Pancrase, MMA).

Antonio Inoki, Pioniere Giapponese del combattimento che nella sua carriera ha affrontato tutti i più grandi lottatori che hanno rappresentato il Pro-Wrestling nel mondo (da Lou Thesz, Billy Robinson, Hulk Hogan, Abdullah The Butcher e nomi importanti stranieri di Marzialisti che lui stesso affrontò in combattimenti interstile) è molto seguito dai media di tutto il mondo, pertanto venendo anche rappresentato nella famosissima serie televisiva del cartone animato “Tiger Mask” (in Italia noto come “Uomo Tigre”, lottatore popolare interpretato sul ring da Satoru Sayama, lui stesso tra i protagonisti della IGF).

40 anni fa Antonio Inoki sfidò pubblicamente Muhammad Ali in un match interstile che divenne presto un tormentone mondiale e di seguito considerato il più atteso di sempre, un match che segnò l’inizio dell’era delle Mixed Martial Arts in quanto le regole del combattimento furono formulate appositamente da permettere ad un pugile di confrontarsi con un lottatore. Nell’evento l’arbitro speciale fu “Judo” Gene LeBell, nome di spicco del panorama del combattimento e primo Americano nella storia ad aver ufficialmente combattuto in un match tra stili diversi (Judo contro Pugilato). Inoki ha inoltre svolto due grandi show nella Korea del Nord che hanno registrato rispettivamente 150,000 e 190,000 spettatori, il più alto mai registrato nella storia mondiale del Pro-Wrestling.

Vito Rea, per il cui debutto nella IGF in gran stile nell’evento “Bo-Ma-Ye” 2016, è stato acclamato dai vari media stranieri come il “Gladiatore Italiano” che affronterà Yusuke “Crusher” Kawaguchi, nome di peso delle Mixed Martial Arts e del Pro-Wrestling Giapponese. Yusuke Kawaguchi, a causa di problemi di salute legati al diabete, ha deciso di svolgere l’ultima grande corsa della sua carriera da professionista intitolata “7th Match Retirement Road” (gli 7 ultimi match sulla strada del ritiro) e per la quale Vito Rea è stato scelto tra uno dei protagonisti proprio dalla IGF in occasione del grande evento di Tokyo. Vito dichiara: “Ringrazio la Famiglia Inoki e la IGF per questa grande opportunità. Mi sento molto Onorato di combattere in un circuito così prestigioso. Il Giappone è stata da sempre la mia grande passione”.

Clicca qui per approfondimenti sulla pagina ufficiale IGF

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti