11 luglio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 3.157 VOLTE

Il mistero del sito web e delle app “SORA TURISMO” (identici a quelli di altri quattro Comuni)

Indagando su presunte irregolarità segnalateci nella realizzazione dei progetti “Open Data” per le Pubbliche Amministrazioni del Lazio (finanziati dalla Regione Lazio), per un’inchiesta che uscirà sulla nostra testata telematica Consumerismo.it, ci siamo imbattuti nel sito web www.sora.openturismo.it, con relative app per iPhone e Android.

E’ inutile che proviate a visitarli, perché da circa un giorno è stato cancellato tutto: sito web ed app, ma qui di seguito vi proponiamo alcune immagini.

L’anomalia che abbiamo riscontrato è che il sito web e le relative app sono identici per struttura grafica e funzionalità a quelli realizzati dai Comuni di Posta Fibreno (leggiposta.comune.postafibreno.fr.it), Pontecorvo (www.dataponteopen.it), Paliano (www.benecomunepaliano.it) e Rignano Flaminio (www.rignanoinnova.it), tutti con il finanziamento “Open Data” della Regione Lazio (Posta Fibreno € 76.835 –  Pontecorvo € 121.798 –  Paliano € 106.722 – Rignano Flaminio € 111.562 – per un TOTALE di € 416.917).

Una cosa molto strana: quattro diversi Comuni, che partecipano con quattro diversi progetti, che ottengono quattro diversi importi finanziati e realizzano tutti e quattro dei software identici per struttura grafica e funzionalità. Ma questo, come detto, sarà oggetto di approfondimento nell’inchiesta che sarà pubblicata su Consumerismo.it.

Quel che rappresenta un mistero, è che le app del sito “SORA TURISMO” riportano la dicitura a piè di pagina “© Copyright Comune di Sora”, ma non sono certamente riconducibili al progetto “SORA OPEN”, con cui il Comune di Sora si è aggiudicato il finanziamento della Regione Lazio (€ 142.175): sia perché non attinenti nei contenuti, sia perché il sito e le app di “SORA TURISMO” sono state realizzati dalla società Arcmedia S.r.l. di Sora, mentre il progetto “SORA OPEN” è in fase di realizzazione da parte della società SIAC S.r.l. di Avezzano.

Quindi, escludendo che si tratti di questo, a quale titolo è presente il Copyright del Comune di Sora? O meglio: è o non è un progetto del Comune di Sora? E come mai il sito e le app sono identici per struttura grafica e funzionalità a quelli realizzati dai Comuni di Posta Fibreno, Pontecorvo, Paliano e Rignano Flaminio con il finanziamento “Open Data” della Regione Lazio?

Prima di scrivere, lo abbiamo chiesto al Sindaco di Sora, Ernesto Tersigni, che purtroppo non ci è stato utile per svelare quello che, ad oggi, resta un mistero.

Marco Tari Capone – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu