10 dicembre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 363 VOLTE

Il Presidente del Movimento “CI SIAMO”: “E’ contrario ai basilari principi democratici il paventato ricorso alla Magistratura”

“Il Movimento “Ci Siamo”, di cui mi onoro essere presidente, in ragione del violento attacco mediatico ricevuto dal Gruppo di Maggioranza del Sindaco Tersigni, stigmatizza le accuse di approssimazione e pressappochismo e reputa contrario ai basilari principi democratici il paventato ricorso alla Magistratura.

Invero “approssimazione e pressappochismo” sono i termini di cui “Ci Siamo”, dalla sua nascita 250 giorni or sono ad oggi, si è avvalso con maggiore frequenza al fine di caratterizzare la politica della compagine di governo che amministra sciaguratamente la città di Sora: da un Auditorium la cui apertura è stata sollecitata sino a alla noia, a un’estate sorana che ha azzerato risorse economiche importanti, ad opportunità mancate per i giovani con un Piano Locale a dir poco insoddisfacente, all’installazione delle luci al Castello di San Casto scongiurate per un caso, fino ad arrivare all’approvazione del Progetto Liris M.T. Cicerone con l’insulsa idea di farci tutti divertire navigando il Liri con le canoe privando la città di 100.000 euro e la Regione di altri 400.000…

Questa amministrazione ha perso completamente di vista quelli che sono i bisogni essenziali di Sora. Noi tutti di  “Ci Siamo” fatti promotori di un messaggio perentorio: non si governa in questo modo e per tutta risposta è pervenuto questo comunicato che rappresenta un autentica ferita nella vita politica della nostra città. Questo comunicato rappresenta l’antitesi di quanto sbandierato vale a dire “proposte concrete e dialogo fecondo che è il vero sale della democrazia e della partecipazione” sottolineando anche che “offese e pesanti attacchi non sono strategie vincenti perché creano un clima di tensioni e malintesi…” Non può sottacersi la grave accusa rivolta al nostro movimento formulata con l’apodittica affermazione che “presunti (!) movimenti politici che non lavorano certo nell’interesse della popolazione”

Nascono allora spontanee le domande: per chi lavora il Movimento Ci Siamo? Quale fastidio procura alla popolazione? Cosa può imputare il semplice cittadino a “Ci Siamo”? Un dato certo ed assolutamente inconfutabile è che questo Movimento non lavora nell’interesse della Giunta Tersigni! Questo è l’elemento che arreca disturbo e disagio negli odierni amministratori! In pochi giorni abbiamo assistito a gravi attacchi alla democrazia rappresentativa e alla democrazia partecipativa, con il Sindaco contro la Minoranza e il Gruppo di Maggioranza contro il Movimento Ci Siamo. A Sora la Democrazia è messa in discussione, un nuovo problema nel mare magnum di problemi irrisolti da una amministrazione che arranca.”

Avv. Massimiliano Contucci Presidente Movimento “Ci Siamo”

Commenti

wpDiscuz
Menu