Pubblicità
domenica 20 settembre 2015 redazione@ciociaria24.net

Il Quizzone di Sora24: “LA ME… E’ FINITA”

Da oggi parte il Quizzone di Sora24: il concorso senza premi che ti aiuta ad interpretare la complessa geografia pre-elettorale della nostra città.

Il PD sorano (che ha molte anime, ma non grandi consensi) si candida nel 2011 contro Tersigni, Di Stefano e De Donatis. Dopo qualche anno, il centro destra sorano si frantuma (per questioni chiaramente ideologiche), ma il PD salva l’amministrazione Tersigni (per le stesse questioni ideologiche) e nomina assessore all’urbanistica Antonio Conte (sempre per dare continuità, se non alla fede ideologica, almeno alle questioni ideologiche): ex responsabile tecnico pluri-mandatario del comune di Sora e figura molto legata a Di Stefano.

E fin qui sembra tutto chiaro. O no? Comunque, mentre gli eletti con Tersigni (leggi Iula, Farina, Mosticone e Caschera) iniziano a cinguettare allegramente con De Donatis, lo stesso si incontra (poco segretamente) con Di Stefano, ma tra i due il cinguettio diventa il canto del cigno (che come sappiamo non cinguetta)… Dicevamo (non perdiamo il filo), dicevamo… cosa dicevamo? Ah sì! Per dare continuità (alle questioni ideologiche) il PD sostituisce Conte (che aveva mandato a quel paese la sua nuova maggioranza) con Celli.

Gianni Celli Catarinelli: ex giovanissimo anarchico sorano, poi fedelissimo di Casinelli, poi passato in una nebulosa terra di nessuno, poi sodale di Lombardi, adesso potrebbe fare l’assessore con Tersigni. Troverebbe, a fargli eco in questo nuovo afflato musicale (il cinguettio di cui si parlava prima), la cara amica Maria Paola D’Orazio, consigliera con Casinelli, ex margherita, poi ex socialista, poi passata con Tersigni e Forza Italia e adesso (chiaramente per maturazioni ideologiche) in odore di PD.

In genere si usa la parola latina ex per definire un compagno di una vita con il quale le cose sono finite male. I più dotti usano gli ex-libris per identificare i propri libri. Vuoi vedere invece che, nel nostro caso, molti attori della politica sorana hanno frainteso la parola ex-voto con qualcosa che ha a che fare con le elezioni? Forse in qualche chiesa di campagna hanno visto tutte quelle immaginette e hanno capito che facendo gli ex si prendono i voti (non intendiamo i voti monastici, ma proprio le preferenze elettorali)?

Noi amiamo la politica, adoriamo le strategie che la sorreggono e soltanto per aiutare questi simpatici e volenterosi concittadini che ci rappresentano con abnegazione e sacrificio, ci permettiamo di segnalare loro questo possibile errore. L’ex-voto è un simbolo di fede. Ora che le ideologie sono crollate e cinguettare è una passione comune a tanti, non si confondano le passioni, la fede, la coerenza e la politica.

Il Quizzone di oggi è semplice da intuire: “LA ME… E’ FINITA” (la parola puntata è di cinque lettere e potete provare ad indovinarla utilizzando i commenti qui sotto).

Marco Tari Capone – Sora24

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DI OGGI
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA
Menu