28 ottobre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 526 VOLTE

Il Vescovo Mons. Gerardo Antonazzo incontra i sindaci del Sorano

Mons. Gerardo Antonazzo, fin dal suo insediamento, ha sempre caldamente espresso il desiderio di avere un incontro di conoscenza e di amicizia con tutti i sindaci del Comuni, inclusi nell’ambito territoriale della Diocesi di Sora-Aquino-Pontecorvo. Ultimamente è stata la  volta  di avvicinare e confrontarsi con  i  primi cittadini  della zona di Sora. Il vescovo Gerardo desidera sempre più conoscere a fondo la realtà sociale, civile ed economica delle nostre zone. È stato perciò questo, un incontro aperto, cordiale, positivo e propositivo. Insieme ai sindaci hanno preso parte all’incontro anche i presbiteri della zona di Sora e della città di Isola del Liri. Si sono incontrati insieme  per un momento di confronto e di riflessione, per individuare sinergia, intesa e partecipazione in merito ad una lettura del territorio, ipotizzando alleanze e risposte, orientate ad alcune povertà: famiglia, lavoro e giovani-adolescenti.

I Sindaci di Sora,  Tersigni, di  Isola del Liri, Duro, di Broccostella, Cippitelli, di Pescosolido, Cioffi e di Campoli Appennino, Mazzone, hanno manifestato sincera e attenta disponibilità nel riflettere, insieme ai parroci, su come valorizzare tutte le figure educative,  con uno sguardo particolare e preferenziale verso  gli adolescenti ed i giovani. Si tratterà ora di ascoltarli, conoscerli, ed incontrarli, individuando  luoghi e spazi, punti di riferimento, momenti ed occasioni.

È  emersa, dall’incontro,  la riflessione che  questo territorio è ricco di storie di amore, di dedizione e di potenzialità ed  i giovani e gli adolescenti hanno bisogno di questa straordinaria testimonianza. Essi, infatti, sono le prime  vittime di un disagio che proviene da lontano. L’incontro ha fatto emergere come sia  possibile, che le due Istituzioni, Chiesa e Amministrazioni Comunali, collaborando, possano essere in grado di restituire alla società urbana, ordine e bellezza, da cui non può prescindere il valore e la vera felicità di ogni persona, in particolare quella della fascia giovanile.

Ognuno di noi,  Chiesa e Società civile, ha tra l’altro affermato  mons. Gerardo Antonazzo, ricordando la provocazione di don  Tonino Bello, ciascuno nel proprio ambito di azione,è chiamato ad esercitare responsabilità e competenze sempre più qualificate, che restano distinte, ma non divergenti,  autonome ma non contrapposte. Siamo tutti consapevoli di essere al servizio delle medesime persone. I nostri fedeli sono i vostri cittadini, pertanto unica e convinta deve essere la passione per la Città degli uomini. Senza dimenticare quanto afferma il Papa Paolo VI: “La politica è una maniera esigente di vivere l’impegno cristiano al servizio degli altri”.

Commenti

wpDiscuz
Menu