30 gennaio 2015 redazione@sora24.it
LETTO 23.530 VOLTE

Incrocio dei delitti Palleschi e Mollicone: caduto l’atroce sospetto

I Ris di Roma hanno eseguito l'esame per scrupolo investigativo e per fugare ogni dubbio.

Dopo l’arresto del reo confesso dell’indefinibile omicidio di Gilberta Palleschi, Antonio Palleschi, avvenuto lo scorso 10 Dicembre, i Carabinieri del Ris di Roma hanno confrontato il dna e le impronte dello stesso 42enne assassino con quanto raccolto nelle indagini sull’uccisione di Serena Mollicone, la ragazza di Arce il cui corpo senza vita venne ritrovato 14 anni fa nel boschetto di Fonte Cupa ad Anitrella.

L’esito dell’esame, come dichiarato alla stampa dal procuratore di Cassino, Dott. Mario Mercone, coadiuvato nell’indagine dal sostituto Beatrice Siravo, è stato negativo, pertanto non ci sono collegamenti tra i due delitti. L’accertamento è stato eseguito allo scopo di fugare ogni dubbio sull’eventuale coinvolgimento del Palleschi anche nell’uccisione della povera Serena.

Commenti

wpDiscuz
Menu