22 maggio 2015 redazione@sora24.it
LETTO 1.130 VOLTE

Insieme per Sora domanda: «Perché il Comune non ha aderito al Protocollo per il Fibreno?»

Continuano a giungere numerose le adesioni al Contratto di Fiume voluto dal Sindaco di Broccostella, Sergio Cippitelli, per valorizzare, proteggere e riqualificare il Fibreno. Si tratta di un’iniziativa di grandissimo valore ambientale ma anche economico, che potrebbe segnare un significativo punto di svolta per il territorio. Un’iniziativa in calce alla quale manca una firma “pesante”: quella del sindaco di Sora. Forse il bellissimo fiume Fibreno non bagna Sora? Vogliamo sperare che davvero non sia questa la convinzione di qualcuno.

E’ più che mai importante sottolineare che, quando i progetti si rivelano strategici e validi per il comprensorio, questi vanno condivisi e valorizzati in ogni modo. Che questa dimenticanza, dunque, sia soltanto riconducibile alla consueta sciatteria amministrativa a cui siamo stati abituati in questo periodo? Oppure non si è coscientemente ritenuto di appoggiare l’iniziativa del sindaco di Broccostella?

Perfino il Consorzio di Bonifica della Conca di Sora ha aderito all’accordo del Fibreno, mentre l’amministrazione comunale, che dovrebbe essere essa stessa tra i principali attori, preferisce tacere! In passato si è già scelto di non portare avanti il progetto del Parco dei due fiumi, Liri e Fibreno (a proposito, l’attuale assessore Conte è stato, all’epoca, uno dei tecnici coinvolti in questo ambito, evidentemente deve aver cambiato idea e ritenuto quel lavoro non valido!). Oggi, di fronte ad un amministratore dimostratosi più pronto e reattivo, non si è avvertita neanche l’umiltà di riconoscere e sposare, seppur tardivamente, un’iniziativa di ampio respiro e di grande importanza anche per Sora. Del resto, siamo rassegnati ad essere tagliati fuori da tutto: quella del Fibreno è solo l’ennesima, umiliante pagina di un libro che siamo stanchi di leggere.

Gruppo Politico
Insieme per Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu