CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
venerdì 24 febbraio 2017 redazione@ciociaria24.net

Jolly Auto Gruppo Colaiacovo presenta Stelvio! Vieni a scoprire la vettura più strepitosa di sempre il 25 e 26 Febbraio

Tutto pronto da Jolly Auto per l’evento del 2017 in programma Sabato 25 e Domenica 26 febbraio presso lo showroom di Frosinone a pochi metri dal casello autostradale, sulla S.S. dei Monti Lepini al km 6,600. Parliamo ovviamente della presentazione di Stelvio, l’ultima nata in casa ALFA ROMEO.

Stelvio è molto più di una nuova auto. È una nuova fase del Rinascimento ALFA ROMEO e conferma a tutti gli Alfisti che ALFA ROMEO è tornata! Stelvio offre prestazioni best-in-class, perfetto equilibrio, una vettura disegnata intorno a chi guida e vero design italiano.

Ma come nasce la nuova vettura del Biscione? Partiamo da un concetto fondamentale: un’ALFA non è fatta solo per spostarsi da “A” a “B”, ma per essere guidata e guidata con piacere. Stelvio, difatti, vanta una posizione di guida alta (come su un SUV) e al tempo stesso sportiva (come su un coupé); un posto di guida modellato intorno al guidatore con comandi ergonomici e a portata di mano e con il volante sagomato come sulle “Formula 1”; un’esperienza di guida pura e diretta, creata dalla prontezza e dalla naturalezza delle reazioni di sterzo, cambio e freni. Detto ciò, entriamo specifico analizzando tutto ciò che riguarda Stelvio, ovvero: DIMENSIONI, STILE ESTERNO, STILE INTERNO, CARATTERISTICHE MECCANICHE, BODY, CERVELLO.

DIMENSIONI
È obbligatorio un confronto con Giulia, in un certo senso la “sorella maggiore” di Stelvio. Queste le principali differenze: su Stelvio la posizione di guida è più alta, difatti è stato sollevato il sedile rispetto al pianale della scocca di 120mm e sono state usate ruote più grandi di 35mm sul raggio. Il passo, che è il più lungo della categoria, invece, è lo stesso di Giulia. Anche l’architettura meccanica è uguale a quella di Giulia – e questo pone le premesse per le stesse eccellenti prestazioni dinamiche. Il gradiente di rollìo è di gran lunga il più basso della categoria, simile a quello di Giulia. Inoltre, Stelvio batte non solo il benchmark SUV, ma addirittura la sua versione berlina.

STILE ESTERNO
Lo stile, in questo caso, è stato guidato dalle proporzioni. A parità di lunghezza totale, rispetto al altri competitors. Il passo più lungo e lo sbalzo anteriore più corto della categoria hanno consentito agli stilisti Alfa di disegnare una linea originale e slanciata. Il profilo della coda con sbalzo posteriore pronunciato enfatizza il look da berlina sportiva, coniugando perfettamente le scelte di design con le esigenze aerodinamiche: il Cx raggiunto (minore di 0,3) è il migliore della categoria. Il passo lungo ha anche consentito di ottenere uno spazio record, sia per passeggeri, sia per i bagagli. Il volume bagagli è anch’esso al top con i suoi 525 litri.

STILE INTERNO
Il tunnel diagonale e la curva della plancia disegnano chiaramente lo spazio, “avvolgendo” chi guida. La posizione di tutti i comandi è stata determinata da precise regole ergonomiche e anche sulla Stelvio si è deciso scelto di semplificare il più possibile il numero di comandi a disposizione del guidatore, evitandogli così inutili distrazioni. I contenuti in termini di infotelematica sono quelli di Giulia: il sistema ALFAConnect è completo di navigatore 3D, display integrato da 8.8 pollici e radio digitale e le dotazioni multimediali sono allineate alla migliore concorrenza.

CARATTERISTICHE MECCANICHE
Per ALFA ROMEO, il motore è il cuore pulsante dell’auto. La casa del Biscione ha dato a Stelvio propulsori nuovi, completamente in alluminio, progettati specificamente per la gamma. In attesa del V6, che arriverà alla fine dell’anno, sono già disponibili due motorizzazioni 4 cilindri: una Diesel e una benzina. Le potenze vanno da 180 a 210 cavalli per il 2.2 Multijet Diesel e da 200 a 280 cavalli per il 2 litri benzina. La trazione integrale è affidata al sistema on-demand ALFA Q4, che interviene autonomamente quando serve. La coppia viene sempre inviata alle ruote posteriori: una frizione a controllo elettronico permette di trasferirne fino al 50% alle ruote anteriori, quando le condizioni lo richiedono.

BODY
Lo “scheletro” di Stelvio, o se si preferisce il suo body – composto da pavimento e corpo principale – è stato ottimizzato per ridurre il più possibile il peso, garantendo al tempo stesso la rigidezza necessaria per le prestazioni di handling e comfort. Alfa Romeo fatto di Stelvio il SUV di gran lunga più leggero della categoria, con un peso che parte da 1,604 kg con tutti i liquidi a bordo (poco di più di una berlina media).

CERVELLO
Come Giulia, Stelvio ha una dotazione completa di sistemi di controllo, dalle sospensioni attive al Torque Vectoring, tutti coordinati dallo Chassis Domain Control. Questo è il “secondo cervello” della vettura (oltre a quello del guidatore): un’unica intelligenza centrale che gestisce in modo armonico e direttivo tutti i dispositivi elettronici che intervengono sul comportamento stradale. Per offrire sicurezza attiva e proattiva ai massimi livelli, Stelvio adotta sistemi di assistenza automatica innovativi come il Forward Collision Warning, abbinato all’Autonomous Emergency Braking con riconoscimento pedone. Il sistema “vede” pedoni e ciclisti, e aiuta a evitare incidenti attivando automaticamente il freno – con una decelerazione massima superiore a 1 g.

Conclusa la panoramica sulla vettura, alcune considerazioni su chi la giudicherà ovvero il CLIENTE! ALFA ROMEO Stelvio è il primo SUV nella storia del Brand, e quindi il Biscione entra in un territorio di conquista fatto da Clienti metropolitani, informati, digitalizzati, poco “mainstream” – che accettano il cambiamento e sono pronti alle sfide con una vita centrata sul lavoro, ma che sanno lasciare spazio alla ricerca del benessere e della gratificazione personale – e l’auto entra proprio in questa categoria. Tra i Clienti di Stelvio ci saranno anche molte donne indipendenti, determinate e sportive, caratterizzate da un profilo professionale alto e che ambiscono ad avere il meglio dalla vita in tutti i campi, compresa la guida. Ma Stelvio nasce per creare in questo segmento uno spazio ALFA ROMEO. E lo fa rivolgendosi a Clienti che cercano la stessa prontezza, la stessa risposta dinamica, lo stesso “feeling” di una berlina come Giulia, ma in un crossover che offre più spazio per la famiglia, per gli amici, per gli hobby. Quindi, il piacere di guida diventa un piacere da condividere.

STELVIO FIRST EDITION
ALFA ROMEO ha deciso di entrare nel mercato con una prima edizione, la First Edition, che desse ai primi Clienti la possibilità di provare Stelvio al livello più alto sia per potenza che per contenuti, come ci si aspetta da un’ALFA ROMEO. Per questo la First Edition offre 280 cavalli di divertimento puro. Un propulsore benzina, di prestazioni elevate, com’è nel DNA del Brand, completamente nuovo, in alluminio e capace di abbinare prestazioni esuberanti con efficienza altissima ed emissioni contenute. Alla dinamica di questo veicolo, la storica casa italiana ha voluto aggiungere dotazioni come:

  • cerchi in lega da 20 pollici;
  • pinze freno colorate;
  • fari Bi-Xenon adattativi;
  • vetri privacy;
  • selleria in pelle “Pieno Fiore”;
  • sedili riscaldati a regolazione elettrica a 8 vie (tbD);
  • volante sportivo con palette cambio in alluminio dal pieno;
  • navigatore 3D, la radio DAB e display da 8,8 pollici integrato in plancia.

Detto ciò, non rimane altro che rinnovare l’invito per tutti voi: Sabato 25 e Domenica 26 Febbraio, Concessionaria Jolly Auto Gruppo Colaiacovo, S.S. dei Monti Lepini al km 6,600 (a poche centinaia di metri dal casello autostradale di Frosinone), venite a scoprire la vettura più strepitosa di sempre, ALFA ROMEO STELVIO!

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
Menu