15 luglio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.251 VOLTE

La “censura” non serve: SCUSATECI! (di Marco Tari Capone)

Dopo la nostra “censura” al comunicato odierno dell’Assessore Andrea Petricca in risposta a Roberto De Donatis (CLICCA QUI PER LEGGERLO), ci siamo accorti che in questa maniera, invece di smorzare le polemiche, alimentiamo sospetti ben più gravi sul contenuto delle parti “tagliate”.

La nostra linea editoriale è ben descritta dal Direttore nel suo redazionale di oggi (CLICCA QUI PER LEGGERLO): evitare di alimentare quella critica a priori, che serve “per fare politica e non il bene di Sora”. La risposta dell’Assessore Petricca (in un commento al suo stesso articolo “tagliato”) e quelle del dott. Bruno La Pietra e Sel al redazionale del nostro Direttore, ci fanno capire che forse le cose stanno cambiando e più che censurare è sicuramente meglio da parte nostra chiedere un confronto costruttivo ai diretti interessati. Per questo, mi scuso con l’Assessore Petricca e con i nostri lettori e pubblico qui di seguito la versione integrale del comunicato.

Marco Tari Capone – Sora24

 

<<Il buon senso dovrebbe suggerire a chi ha amministrato Sora per cinque lunghi anni ed è stato sonoramente bocciato alle ultime elezioni comunali, di astenersi da sterili e ridicoli “attacchi” che nulla hanno a che vedere con lo svolgimento di un sano ruolo svolto sotto l’egida di una opposizione costruttiva, finalizzata non a demolire “tout court”, ma a contribuire attraverso suggerimenti e proposte alla crescita della città di Sora, ma… purtroppo così non è. La sensazione netta che si ha e che il delfino, tra un tuffo ed un altro nello splendido mare di Sperlonga, apponga la firma sull’ennesimo pezzo scritto a 4 mani, ma… si sa dopo aver perso le elezioni il tempo a disposizione è tanto e libero, soprattutto per chi sta in pensione.

Capitolo estate sorana: è stato pubblicamente dichiarato, fin dall’inizio che, stante la non rosea situazione economica in cui versano le casse comunali, una gestione attenta ed oculata imponeva un forte stop alla elargizione a pioggia, con la ricerca pertanto esclusiva di eventi selezionati e di sicuro impatto e gradimento anche alla luce dell’esperienza dell’anno scorso. Andare in rotta di collisione con eventi estivi ormai storici dei Comuni a noi vicini (vedi Liri Blues) sarebbe stato alquanto sciocco ed inutile.

Ma il delfino, distratto per scelta o perché ancora frastornato dalle randellate rimediate nella campagna elettorale, ha perso però per strada una serie di eventi che sono stati un’anteprima di VIVI SORA 2012 è che hanno gremito il palazzetto “Luca Polsinelli”, le strade e le piazze della nostra città in questo primo scorcio dell’estate. Penso ad esempio al Car show, al Rally della Media Valle Del Liri, alla tappa del Girobio, alla serata dedicata ai giovani talenti sorani dal titolo come t’incanto, a Vivi la danza 2012 con l’esibizione delle scuole di danza della nostra città (dirette rispettivamente dalle insuperabili Debora Villani, Anna Maria Tollis, Monica Lupi, Felice Alviani, senza dimenticare la scuola ospite di Loretta Casinelli), al Boario Village, all’inizio della tredicesima edizione di Itinerari Musicali, al raduno del vespa club, ad aperitivi in musica…

L’estate è appena iniziata e si concluderà soltanto il prossimo mese di settembre. Stia tranquillo il Consigliere di minoranza che anche quest’anno cercheremo di stupirlo con effetti speciali, (a tal proposito Le consiglio di provare assolutamente quest’anno durante la notte bianca dello sport il bangy jumping la cui altezza sarà tarata esclusivamente per Lei). In attesa e vista la grande smania che ha di dare giudizi, il nostro baldo consigliere può rinfrescarsi la memoria guardando le foto delle piazze gremite della nostra città, come mai le aveva viste prima, del Vivi Sora 2011.

Ritengo che, anche questa volta, il consigliere De Donatis abbia perso una buona occasione per tacere, non solo sull’estate sorana, ma anche su altri argomenti come il fiume Liri ( appena ripulito), sui preziosi contributi della Presidenza della Regione Lazio alla programmazione culturale del Vivi Sora 2012 e sul mutuo contratto dall’amministrazione Tersigni per la ristrutturazione della tribuna del Tomei.

Sarebbe quanto mai opportuno e logico che De Donatis prima di avventurarti in giudizi sull’operato della amministrazione Tersigni ricordasse ai sorani:

  1. Quante volte le sponde del fiume Liri sono state pulite dal 2006 al 2011 quando era sindaco Casinelli e lui assessore ai Lavori pubblici.
  2. L’ammontare dei contributi per l’estate sorana che Marrazzo e compagni hanno assegnato all’assessorato alla cultura durante l’amministrazione Casinelli.
  3. Quanti mutui ha contratto l’amministrazione Casinelli nel corso del suo mandato e soprattutto per fare cosa.

Risposte esatte:

  1. Il fiume Liri non è stato mai pulito, se non dalla terribile piena del primo dicembre 2010.
  2. Marrazzo non ha mandato nemmeno un euro e non solo per l’estate sorana.
  3. Casinelli e De Donatis hanno contratto 5.000.000 di euro di mutui per l’asfalto elettorale.

Caro architetto anche a Sora diciamo: più buio della mezzanotte non si può fare, per fortuna per la nostra città la mezzanotte vissuta dal 2006 al 2011, quando amministrava Casinelli ed il prediletto De Donatis era assessore ai lavori pubblici, è terminata da tempo ed è soltanto uno sbiadito ed offuscato, seppur penoso, ricordo.>>

Firmato: Andrea Petricca

Commenti

wpDiscuz
Menu