10 maggio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 646 VOLTE

La Fondazione celebra Umberto Mastroianni. Riaperto Castello Ladislao

Torna a splendere la stella di Umberto Mastroianni e della Fondazione a Lui dedicata, attraverso il primo evento voluto dal nuovo corso della prestigiosa istituzione inaugurato dalla presidenza di Antonio Abbate. Sabato prossimo, 12 maggio, una giornata evento dedicata all’importante scultore, con due appuntamenti di grande spessore. In concomitanza con il Certamen Ciceronianum, a dimostrazione dell’intimo legame tra la Fondazionee la città di Arpino, inaugurazione di una prestigiosa mostra dal titolo, “Umberto Mastroianni nelle collezioni di Evandro Franceschelli e Tiziana ed Enrico Todi”. Bassorilievi in bronzo, piombo, disegni, cartoni e sculture del celebre artista animeranno le sale di Palazzo Boncompagni. Taglio del nastro previsto alle ore 11. La mostra, a cura di Floriano De Santi, è presentata dalla Fondazione Umberto Mastroianni e l’Archivio Umberto Mastroianni con il patrocinio di  Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Consiglio Regionale del Lazio, Provincia di Frosinone, Archivio Umberto Mastroianni, Associazione Culturale Internazionale Diletta Vittoria, Marco Datrino – Galleria d’Antiquariato, Gruppo Urbani. Catalogo in Mostra.

Nel pomeriggio, invece, alle ore 17,30, trasferimento nel quartiere Civita Falconara per la conferenza stampa di presentazione della nuova sede della Fondazione, l’Open day di Castello Ladislao, finalmente restituito alla comunità dopo una lunghissima stagione di lavori, conclusi grazie alla volontà e alla tenacia dell’amministrazione Iannarilli. Saranno presenti, oltre ad Antonio Abbate, Presidente della Fondazione Mastroianni; Bruno Vano, Sindaco della città di Arpino; Antonello Iannarilli, Presidente della Provincia di Frosinone, Gianluca Quadrini, Assessore provinciale e Mario Abbruzzese, Presidente del Consiglio Regionale del Lazio. A seguire, concerto di musica classica con il soprano Maristella Mariani, accompagnata al pianoforte da Michele D’Agostino. In programma musiche di Arditi, Mozart, Verdi, Tosti, Furnò, De Curtis. “Artista di straordinario talento Umberto Mastroianni, scultore tra i più ammirati ed apprezzati del Novecento – ha dichiarato il Presidente Abbate – La sua creazione artistica ha segnato un secolo, quello scorso, interprete assoluto della contemporaneità, indagata, anche provocatoriamente, attraverso i miti del dinamismo, della velocità, della macchina e del progresso.

La Fondazione a Lui dedicata e che ne custodisce le opere più preziose, nel nuovo corso inaugurato da questa gestione, si propone di promuovere e valorizzare l’arte e nel contempo, insistere sulla leva culturale come fattore di crescita e rilancio della nostra Provincia. Un proposito che si apre significativamente attraverso due eventi, in cui l’arte di Mastroianni si fonde con la millenaria storia della città di Arpino che ospita la sede della Fondazione. In occasione dell’annuale svolgimento del Certamen Ciceroniaum, l’inaugurazione della pregevole mostra dal titolo “Umberto Mastroianni nelle collezioni di Evandro Franceschelli e Tiziana ed Enrico Todi”, curata da Floriano De Santi, a cui si unisce la pubblica presentazione della nuova sede, con la riapertura del Castello Ladislao dopo una lunghissima stagione di lavori. Se Umberto Mastroianni è stato, a ragione, definito l’erede di Boccioni” per il dinamismo esplosivo delle sue opere sia plastiche che grafiche, il nuovo corso della Fondazione vuole fare proprio del dinamismo, sostanziato in attività e iniziative di pregio, il fulcro di un’idea di amministrazione che miri unicamente ad eternare il valore dell’arte di Mastroianni, ad esportare il suo nome in tutto il mondo, utilizzando le enormi potenzialità di Castello Ladislao per farnela Casa dell’Arte e della Cultura della Provincia di Frosinone”.

Commenti

wpDiscuz
Menu