8 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 432 VOLTE

La Pietra e De Donatis sulla gestione delle risorse idriche a Sora

Le gestione delle risorse idriche non è operazione semplice. Quando però, con l’avvicinarsi della stagione estiva, vengono interrotti i flussi idrici di una città come Sora, per “urgenti ed indifferibili lavori di riparazione” ai cittadini viene qualche pensiero sospetto.

Le rotture non sono prevedibili, e questo si sa, quindi niente allarmismi o facili proteste, piuttosto ci si chiede se qualcuno, e qui ci si riferisce agli amministratori locali, stia vigilando sulla corretta manutenzione della complessa e vetusta rete cittadina, coerentemente con quanto previsto nell’appalto della stessa. Ci si chiede inoltre, con un po’ di malizia, se vengano controllate le funzionalità tecniche della centrale di Carpello che serve la città di Sora. Cioè, tanto per capirci, se i disagi causati per mesi ai cittadini del centro storico, dovuti alla scarsa pressione dell’acqua, siano dovuti al malfunzionamento di qualche tubazione, oppure al blocco di qualcuna delle due pompe che sono posizionate nella centrale. In questo caso bisognerebbe chiedersi, ed è bene che questo compito sia svolto soprattutto dai nostri amministratori, se per motivi di “opportunità gestionale” si preferiscono evitare spese e consumi, per esempio limitando l’uso delle pompe, anche se ciò causa qualche disagio ai cittadini. Questa è soltanto un’ipotesi, che viene proposta senza nessun riscontro oggettivo, ma spesso a pensar male non si sbaglia di molto…

Insomma il nostro vuole essere un “gettare le mani avanti” sperando di non diventare facile profeti nel voler preannunciare una stagione arida per la nostra città. Arida dal punto di vista dell’approvvigionamento idrico e, soprattutto, delle risorse e delle pressioni che chi di dovere ha l’obbligo di mettere in campo per scongiurare un problematico disservizio.

Nella speranza di offrire uno spunto di collaborazione a quanti hanno interesse al benessere della città e dei suoi abitanti, auspichiamo un ripristino tempestivo del normale flusso idrico ed una verifica generale delle procedure di erogazione di tutta la rete.

Bruno La Pietra Roberto De Donatis – Progetto Città Patto Democratico

Commenti

wpDiscuz
Menu