25 giugno 2013 redazione@sora24.it
LETTO 716 VOLTE

LA POSTA DI MARTINA: “Sono una single sfigata ed a volte provo invidia delle mie amiche che hanno una relazione”

Martina ciao, sono Fabiana, ho 23 anni e sono originaria di Sora, ma per motivi di studi, frequento la facoltà di scienze dell’educazione e vivo all’Aquila. Ti scrivo perché mi piacerebbe avere un tuo consiglio. Ho un problema, se così lo posso chiamare. Tutte le mie amiche, sia sorane che aquilane mi usano come “sfogatoio”, da sempre vomitandomi i loro problemi, le loro ansie ed i segreti su cui si sorreggono le loro relazioni. Premetto che sono una single sfigata ed a volte provo invidia nei loro confronti, almeno hanno la fortuna di avercela una relazione!!! Mentre io, single sfigata, (ammetto che nutro del sentimento per un ragazzo incontrato per caso in una festa organizzata dalle università, il cosiddetto giovedì universitario e che frequenta la facoltà di ingegneria, ha un paio di anni in più), comincio ad avere il sospetto che a furia di ascoltare le paranoie delle mie amiche, non ho più il tempo per dedicarmi alla mia vita privata e fare in modo che si riavvivi, forse proprio dichiarandomi ad Alessio, il ragazzo di cui ti ho fatto cenno nella lettera. Purtroppo, però, ogni volta che mi impongo di parlare con le mie amiche di questa imbarazzante situazione, si accentua in me il ruolo di crocerossina. Crocerossina dei sentimenti altrui.

[blockquote style=”style-1″ icon=”none”]Cara crocerossina Fabiana. Quanto mi sono familiari le tue parole. Mi fai pensare a Emma, la protagonista del bellissimo romanzo di Jane Austen. Se non hai presente il best seller, ti consiglio la lettura. Anche lei come te è bravissima ad accogliere le relazioni degli altri, paralizzando la sua affettività. Questo meccanismo è tipico delle persone molto sensibili e romantiche. Lo sapevi che l’autrice Jane Austen non ha avuto mai una vera e propria relazione? Vuoi finire come lei? Io suppongo di no. E’ arrivato il tuo momento. Il momento di riprendere in mano la tua vita, iniziando a capire bene cosa provi per Alessio. Inizia con il proporgli di studiare insieme, di andare una sera a cena fuori e cerca di conoscerlo a fondo. Si ama una persona solo quando si accettano i difetti. Sappiamo entrambe che agli uomini piace corteggiare, piace, nonostante il nuovo millennio, essere il “cacciatore della situazione”. Dagli tempo ed in questo tempo che ti concedi, cerca di approfondire la sua conoscenza. Una conoscenza che si trasformerà in amicizia e da amicizia, perché no, in amore. Se saprai attendere i tempi Alessio potrebbe essere tuo per sempre. Un lieto fine caro alla nostra Jane Austen. Un abbraccio! Martina[/blockquote]

Per scrivere a Martina: lapostadelcuore@sora24.it

Commenti

wpDiscuz
Menu