Pubblicità
lunedì 3 ottobre 2016 redazione@ciociaria24.net

La ricorrenza del poverello d’Assisi nella chiesa di Francesco a Sora. Un concorso per gli studenti

Il 4 ottobre è la Festa di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia. Nei giorni scorsi del 19 e 20 settembre, proprio ad Assisi, si sono ritrovati tutti i leader religiosi del mondo, per pregare e impegnarsi a favore della pace. Essi hanno fatto rivivere lo “Spirito di Assisi“, inaugurato 30 anni fa da papa Giovanni Paolo II. Uno Spirito che si propone di dare consistenza “all’arte di vivere insieme, come costruttori di pace religiosamente ispirati”. Il mondo globale che vive in mezzo a contrapposizioni, terrorismo, crisi di pace e di accoglienza, ne ha assoluto bisogno.

Perciò la Confraternita del Sacro Cuore, che opera nella Chiesa di S. Francesco e come sempre, qui in Città, cura in modo particolare lo “Spirito Francescano” si prefigge anche di dare risonanza a questo “Spirito di Assisi”, anche nel nostro territorio. Il 4 ottobre alle ore 18,00, allora, nella Chiesa di San Francesco il vescovo, mons. Gerardo Antonazzo celebrerà la Lodi del Signore e la Memoria del Santo Patrono d’Italia per riaffermare la necessità universale di questo “Spirito di Assisi”.

Ecco, pertanto il caldo invito del cappellano della chiesa di S. Francesco, don Mario Zeverini e del priore della stessa Confraternita, sig. Luigi Savona a tutte le Autorità civili, militari e culturali, alla Stampa a partecipare a questa celebrazione per l’importante ruolo che rivestono. Lo stesso giorno, alle ore 11, nella chiesa di S. Francesco,sono stati invitati gli alunni delle classi quinte delle Scuole Primarie cittadine. Mentre per gli alunni delle classi terze della Secondaria di primo grado, l’invito è per un’esperienza di preghiera in un tempo extra scolastico e precisamente per il pomeriggio di mercoledì 5 ottobre, sempre nella chiesa San Francesco, con inizio alle ore 16,30.

Quest’ultimo incontro sarà realizzato dagli stessi alunni che proporranno tematiche letterarie e musicali a sfondo francescano. Il primo valore che si vuole conseguire e testimoniare è che le classi delle tre Scuole Secondarie di primo grado si incontrino per costruire ponti e non steccati. La celebrazione solenne delle ore 18, di martedì 4 ottobre, presieduta dal vescovo Gerardo, si propone di onorare il Santo Patrono d’Italia e invocare la sua protezione anche per il nostro territorio. Intanto la Confraternita del Sacro Cuore di Gesù o dei Sacconi, sita in Piazza S. Francesco, a Sora, bandisce la 1a edizione del concorso di Poesia, Prosa e Pittura sul tema: “Dal Cantico delle creature allo spirito di Assisi”, rivolto a tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, articolato in tre sezioni: poesia: si partecipa con una poesia d’ispirazione religiosa che non superi i 30 versi; prosa: si partecipa con un brano che non superi le tre pagine; pittura: si partecipa con un’opera pittorica delle dimensioni min. di cm. 21 x 29,7 e max. di cm. 50 x 70.

I lavori dovranno essere presentati entro il 28 febbraio 2017, a mano dall’Insegnante di Religione cattolica, dopo aver richiesto anche la vidimazione della Dirigenza scolastica, al seguente indirizzo: Confraternita Sacro Cuore di Gesù, Via Friuli 12, SORA. Tel. 0776832932 .- capp.no 3398784933;// priore 3896806842.

Gianni Fabrizio

REGOLAMENTO DEL CONCORSO

La Confraternita del Sacro Cuore di Sora bandisce il presente concorso per custodire gelosamente nella memoria delle seguenti ricorrenze ed eventi.

gli 800 anni dall’inizio dell’indulgenza della Porziuncola
i 20 anni dal gemellaggio della Confraternita sorana del Sacro Cuore con la Basilica di Sant’Antonio di Padova
la celebrazione dei 30 anni dall’inizio dello “Spirito di Assisi”, che ha visto riuniti nella città francescana (19 – 20 sett. u.s.) i capi religiosi proveniente da tutto il mondo

Le riflessioni scaturiscono dal tema generale che fa rivivere lo “Spirito di Assisi”:

La pace nasce dalla conoscenza, dal dialogo e dalla collaborazione reciproca;
Nessuna religione è criminale, ma in ognuna ci possono essere criminali,
I Credenti sono ‘artigiani’ di pace nell’invocare Dio e nell’agire verso l’uomo;
Ciascuno di noi è chiamato ad impegnarsi ogni giorno per apprendere la cultura e l’arte dell’accoglienza, della collaborazione e della promozione umana.

CONCORSO SCOLASTICO 2016 /17
“DAL CANTICO DELLE CREATURE ALLO SPIRITO D’ASSISI”

La proposta tematica da cui attingere spunti ed ispirasi: dal Cantico delle Creature di Francesco d’Assisi, rivisitato secondo lo Spirito di Assisi, la sensi-bilità, le conoscenze e gli interessi di ciascuno

Al Signore l’onnipotente, la gloria, l’onore e la benedizione da tutte le creature:
benedizione dal fratello sole, dalla luna, dalle stelle …
benedizione da sorella acqua e da fratello fuoco …
benedizione dalla nostra sorella madre terra, la quale ci dà nutrimento, ci mantiene e produce diversi frutti con fiori colorati ed erba
Tu sia lodato, mio Signore, per quelli che perdonano in nome del tuo amore e sopportano malattie e sofferenze
beati quelli che parlano di pace, perdono, giustizia, riconciliazione
beati i costruttori di amicizia, capaci di accogliere sempre il fratello eperdonare

lI Santo di Assisi ci ha insegnato che cosa sia veramente la fraternità. Il suo modello di vita ispira un rapporto tra le persone senza discriminazioni, basato sulla uguale dignità di ciascuno, riconosciuto come figlio di Dio. Questa relazione positiva con il creato, con ogni uomo e ogni donna trova le sue radici nell’esperienza spirituale di San Francesco, nella sua vita interiore, nell’ascolto della Parola di Dio e nella celebrazione dell’Eucarestia quale sacramento dell’umiltà di Dio. Uno stile di vita profondamente raccolto in Dio e a servizio di ogni uomo che fa di lui non tanto un uomo che prega ma “un uomo fatto di preghiera”.

REGOLAMENTO

Art. 1
La Confraternita Sacro Cuore di Gesù o dei Sacconi sita in Piazza S. Francesco, SORA, bandisce la 1a edizione del concorso di Poesia, Prosa e Pittura sul tema “DAL CANTICO DELLE CREATURE ALLO SPIRITO D’ASSISI” , rivolto a tutti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, articolato in tre sezioni:
poesia: si partecipa con una poesia d’ispirazione religiosa che non superi i 30 versi
prosa: si partecipa con un brano che non superi le tre pagine
pittura: si partecipa con un’opera pittorica delle dimensioni min. di cm. 21 x 29,7 e max. di cm. 50 x 70.

Art. 2
Le opere vanno presentate a mano dall’Insegnante di Religione cattolica, dopo aver richiesto anche la vidimazione della DIRIGENZA scolastica, entro il 28 febbraio 2017 al seguente indirizzo: Confraternita Sacro Cuore di Gesù, Via Friuli 12, SORA. Tel. 0776832932 .- capp.no 3398784933;// priore 3896806842

Art. 3
Ogni autore deve inviare unitamente alle opere i propri dati anagrafici: nome, cognome, data di nascita, residenza, classe e scuola di appartenenza, numero di telefono e indirizzo email.

Art. 4
È possibile partecipare a tutte le sezioni in concorso. Sarà l’IdRC a fare una prima selezione e presentare solo gli elaborati che ritiene confacenti at TEMA scelto ed al contenuto.

Art. 5
Le notizie del concorso saranno pubblicate sul sito http://www.diocesisora.it/pdigitale/tag/pastorale-digitale/ e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/Pastorale-Giovanile-Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo-231867200351151/ anche sul sito della Confraternita di prossima attivazione

Art. 6
La data di scadenza per la consegna delle opere è fissata al 28 Febbraio 2017.

Art. 7
Tutte le opere che la giuria riterrà meritevoli saranno inserite in un’antologia del premio dedicata a San Francesco e pubblicizzate tramite il sito della Pastorale Digitale della Diocesi di Sora – Cassino – Aquino Pontecorvo . e/o del sito della Confraternita stessa.di prossima attivazione

Art. 8
La data di premiazione sarà comunicata in seguito.( probabilmente nel periodo di Pasqua ? ! )

Art. 9
Il concorso è gratuito e non è richiesta alcuna quota di partecipazione.

Art. 10
Il primo classificato di ogni sezione e per i tre ordini di scuole, sarà premiato con targa e diploma. I secondi e i terzi classificati di ogni sezione e gradi scuole, saranno premiati con coppa e diploma. La giuria, se lo ritiene opportuno, può assegnare delle menzioni speciali ad autori meritevoli. e/o a Classi che si segnalano per la qualità e quantità dei lavori presentati, compresi alcuni “buono-acquisto”

Sora, 4 ottobre 2016

Il cappellano Il Priore
Don Mario Zeverini Sig. Luigi Savona

Concorso scolastico definitivo

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DI OGGI a Sora
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA
Menu