sabato 29 luglio 2017 redazione@sora24.it

La scuola innovativa di Renzo Piano sorgerà al posto dell’ex mattatoio di Via Napoli

Il progetto sarà il prototipo di una nuova concezione della scuola sotto l’aspetto tecnico, antisismico ed energetico, ma anche sotto il profilo didattico e quale fulcro di aggregazione sociale.

La variazione al Piano triennale dei lavori pubblici annualità 2017-2019, punto all’ODG dell’ultima seduta di Consiglio Comunale, è stata l’occasione per approfondire e spiegare le finalità ed i dettagli tecnici del progetto della scuola innovativa, che interesserà l’ex mattatoio, messo in campo dal gruppo G124, coordinato dall’Architetto e Senatore a vita Renzo Piano, eccellenza italiana di fama internazionale.

Secondo l’Architetto Piano, la semplicità, la sostenibilità, l’attenzione alla socializzazione, costituiranno il fulcro sociale e formativo del popoloso quartiere del rione Napoli, che sarà al centro dell’interesse mediatico quale proposta che diventerà modello per la nuova edificazione di scuole su tutto il territorio nazionale.

Il gruppo di lavoro G124 ha preso il nome dal numero dell’ufficio del Senatore a vita presso Palazzo Giustiniani, trasformatosi in un thinktank, con il compito di riqualificare le periferie delle città italiane ricomprese nel programma di interventi, tra le quali è stata inserita anche Sora.

Di questo team altamente qualificato fa parte anche l’Architetto Massimo Alvisi, uno dei tutor incaricato di supervisionare e coordinare l’andamento dei progetti: ospite ieri in Consiglio comunale, l’Architetto Alvisi ha illustrato con dovizia di particolari le linee guida dell’intervento, ribadendo la mission del progetto ed i suoi cardini: l’adeguamento energetico, il consolidamento e il restauro degli edifici pubblici, i luoghi d’aggregazione, la funzione del verde, i processi partecipativi per coinvolgere gli abitanti nella riqualificazione del quartiere dove vivono.

A seguire vi è stato un colloquio telefonico tra l’architetto Piano in collegamento da Parigi ed il Sindaco De Donatis per un confronto sui prossimi step dell’iter avviato a seguito della visita dell’Architetto Piano a Sora il 26 maggio scorso.

Il Sindaco De Donatis, al termine della giornata ha espresso la sua grande soddisfazione e rinnovato entusiasmo, affermando che “con questa progettualità la Città di Sora sarà al centro di una straordinaria attenzione che deriva dalla qualità innovativa della proposta progettuale e soprattutto dalla sapiente regia del più grande maestro dell’architettura internazionale, l’architetto Piano che ci onora per il suo interesse nei confronti della nostra città”.

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati

Aiutiamo la nostra meravigliosa città a non morire…

paride

Complimenti poi nelle strutture che si creeranno ci metteremo tutti gli extracomunitari che ci stanno invadendo ? Pensiamo a salvare piuttosto i servizi che ci stanno togliendo sotto le mani e senza che l’amministrazione faccia nulla…….Vergogna

come la diga………

Si certo ..un altro morto che restera’ li x altri decenni..come la fabbrica ex Tomassi….

Ma del concorso svolto le cui proposte progettuali non si sono ancira esaminate? Altra scuola innovativa presso ex carcere di Sora….non se ne sa più nulla? Basta con queste baggianate!

Questi amministratori, dovrebbero andare a lavorare al MaTTatoio, Sora continua sempre più a morire …………..

Antonio Casarini

Spero proprio che i primi risultati portino ad un nuovo pensiero comune condiviso su abitare e conservare in sicurezza.

Non è necessario chiamare Renzo piano per scrivere quelle quattro parole prive di significato.
Vergogna

La solita demagogia di sinistra: apperenza e basta per fare fesso il popolo.

Il progetto del Sig. Sindaco è molto bello, ma non vorrei sbagliare ma penso che il mattatoio sito in Via Napoli ancora funzioni non è chiuso….ma forse sbaglio

wpDiscuz
Menu