11 gennaio 2015 redazione@sora24.it
LETTO 4.130 VOLTE

L’Associazione SOS Donna, esclusa dalle manifestazioni del Comune di Sora, scrive al Sindaco

Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera inviata da Martina Sperduti, Presidente dell’Associazione SOS Donna, ad Ernesto Tersigni, Sindaco di Sora.

«La nostra associazione, SOS Donna – Sportello telematico e centro di ascolto, plaude alle iniziative con cui il Comune di Sora vuole “smuovere le coscienze” perché simili tragedie, quale il femminicidio, non accadono più.

L’iniziativa è lodevole, ma chi come noi ha una lunga esperienza a contatto con i drammi di tale genere purtroppo sa che il cammino è ancora lungo e condizionato dalle iniziative incisive che si vogliono prendere e da una azione sinergica di tutte le associazioni che seriamente seguono e affrontano i problemi.

Un appello all’azione sinergica era anche venuto dal Convegno del 25 novembre 2014 a Sora, portato con forza dalla segretaria provinciale della CISL Alessandra Romano, dal Presidente dell’AIPES dott. Maurizio Ottaviani, dai ragazzi dell’Istituto Alberghiero di Sora e dal Preside Prof. Vinicio Del Castello, da noi e dalla Prof.ssa Fiorenza Taricone dell’Università di Cassino.

L’associazione che mi onoro di presiedere espresse subito il suo placet ad iniziative sinergiche, ma probabilmente questa nostra disponibilità non è giunta fino a Corso Volsci o si è persa nei meandri di “chi sta con chi” per cui nostro malgrado CHI DI COMPETENZA non ha ritenuto di coinvolgerci.

Scusi lo sfogo, la ringraziamo per la sua disponibilità, comunque, con o senza la benedizione della sua Giunta noi continuiamo la buona battaglia CHE E’ PER, CHE E’ A FAVORE, CHE E’ A VANTAGGIO e non contro».

Commenti

wpDiscuz
Menu