5 febbraio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 369 VOLTE

L’astronauta U. Guidoni al Comprensivo 3 di Sora: “A voi ragazzi dico di impegnarvi e di guardare al futuro con fiducia”

Lunedì, 3 febbraio, l’Istituto Comprensivo 3 di Sora ha avuto l’onore e il piacere di ospitare, nella Sala Convegni, del Liceo Linguistico – Psico – Pedagogico “V. Gioberti”, gentilmente messa a disposizione, l’ astrofisico Umberto Guidoni, primo astronauta europeo a visitare la Stazione Spaziale Internazionale.

Protagonista di due missioni NASA,  Umberto Guidoni ha saputo sollecitare la naturale curiosità, verso i misteri del cosmo, dei piccoli allievi delle classi terze della Scuola Media “E. Facchini” e delle classi quinte delle Scuole Primarie, “A. Lauri” e “A. La Rocca”, che, come afferma il dirigente scolastico, dott.ssa Marcella Maria Petricca, “hanno avuto occasione di misurarsi con un vero scienziato, ponendo domande e ottenendo risposte esaurienti e contemporaneamente stimolanti. L’incontro, che si colloca all’interno di un progetto di potenziamento delle discipline scientifiche, ha avuto il merito, non solo di aver permesso ai ragazzi di conoscere un personaggio, motivo di grande orgoglio nazionale, ma ha  acceso in essi, sicuramente, il fuoco della conoscenza e li ha proiettati verso i segreti dello Spazio  noto e di quello, altrettanto infinito, del Sapere”.

Gli allievi hanno risposto con entusiasmo all’iniziativa, che ha avuto il plauso anche delle autorità cittadine , nella figura del Presidente del Consiglio comunale, dott. Giacomo Iula e del preside Luigi Gulia, presidente del Centro di Studi  Sorani “V. Patriarca”, presenti all’iniziativa.

Il dott. Umberto Guidoni, forte della sua esperienza di divulgatore scientifico, che lo ha portato anche a pubblicare varie opere per ragazzi, l’ultima in collaborazione con Andrea Valente, “Così extra, così terrestre”, per l’Editoriale Scienza, nel 2013, dopo un primo momento in cui, coadiuvato da splendide immagini e filmati, riportati dalle sue missioni, ha spiegato le motivazioni alla base della ricerca scientifica nello spazio, si è sottoposto al fuoco di domande dei ragazzi, soddisfacendo anche le curiosità più semplici, relative alla vita negli spazi angusti di una navicella. Al termine dell’incontro, si è congedato dal suo piccolo pubblico con un grande insegnamento: “Ai ragazzi di oggi dico di guardare al futuro con fiducia, ma devono sempre ricordare che  per ottenere risultati ci vuole  impegno”.

Al termine dell’incontro, la dott.ssa Marcella Maria Petricca e l’astronauta Umberto Guidoni hanno premiato gli alunni che si sono classificati ai primi posti dei Giochi Matematici d’Autunno,  promossi dalla prestigiosa università Bocconi di Milano.

Commenti

wpDiscuz
Menu