19 novembre 2014 redazione@sora24.it
LETTO 2.109 VOLTE

Lavori sul Liri: M5S Sora non molla e si rivolge alla Regione. Ecco le prossime iniziative

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma della portavoce del Meetup MoVimento 5 Stelle di Sora, Valeria Di Folco, contenente un’interrogazione regionale con il seguente oggetto: interrogazione regionale sul progetto della navigabilità del fiume Liri.

«Gli attivisti del MeetUp “Movimento 5 Stelle Sora” rendono noto che il giorno 6 novembre scorso è stata depositata in Consiglio Regionale del Lazio una interrogazione (clicca qui per leggere il testo), a firma dei Portavoce del m5s Devid Porrello e Valentina Corrado, in cui si chiede al Presidente della Giunta Regionale, On. Nicola Zingaretti, all’Assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative, Ambiente On. Fabio Refrigeri e all’Assessore alle Politiche del Territorio, Mobilità e Rifiuti, On. Michele Civita di rispondere, a vari aspetti del progetto tra cui:

  • se esiste la possibilità che i fondi destinati alle aree protette vengano assegnati ad un’ opera non qualificata come area protetta.
  • se sono stati interessati tutti gli enti che hanno competenza per un’opera di questa mole.
  • perché NON è stata svolta una Conferenza di Servizi.
  • se la copertura finanziaria, come indicato dal Comune, non è sufficiente per l’intero progetto e se questo non entri in contrasto con la legge 214/2011
  • considerato che i fondi sono sufficenti alla realizzazione della sola diga, pertanto non sarà possibile costruire gli appositi accessi alle sponde e la sistemazione dei pontili con pericolo per gli eventuali utenti, come verranno finanziate le opere necessarie per l’effettiva utilizazione del bacino?

L’interrogazione era stata annunciata durante l’assemblea pubblica organizzata dal “Comitato No Diga”, alla quale Sindaco e tecnici del Comune di Sora non hanno partecipato, tenuta il 6 novembre scorso (clicca qui per guardare i video degli interventi). I volontari del MeetUp “Movimento 5 Stelle” non apprezzano l’evidente e grave reticenza dell’Amministrazione comunale sul progetto, più volte contestata per mezzo comunicato stampa.

Lo scorso 30 ottobre alla assemblea indetta dal Partito Democratico di Sora, Sindaco e tecnici non sono stati in grado di dare risposte alle domande degli attivisti del m5s di Sora (pressoché unici cittadini presenti): da qui l’assenza all’assemblea pubblica indetta dal “Comitato No Diga” del 6 novembre scorso? Il comunicato stampa del Comune dello scorso 13 novembre ignora tutte le domande che sono state poste nel corso del tempo dagli attivisti del MeetUp di Sora a favore di una replica a dei “fantomatici tecnici” che avrebbero criticato alcuni aspetti del progetto.

Nonostante ciò il MeetUp continua a muoversi e questa interrogazione regionale è solo la prima delle iniziative annunciate dagli attivisti. Oltre alle strategie già poste in essere come:

  • lettera all’ARDIS (Agenzia Regionale per la Difesa del Suolo) a cui paradossalmente in passato, il Comune ha rivolto varie sollecitazioni al fine di eliminare ogni minimo ostacolo al libero deflusso delle acque;
  • lettera all’area VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) della Regione Lazio in quanto il progetto deve essere sottoposto alla verifica di assoggettibilità a procedimento V.I.A.
  • esposto alla Corte dei Conti per verificare la corretta attribuzione dei fondi POR-FESR
  • Interrogazione Regionale tramite i Consiglieri Regionali del Movimento 5 Stelle
  • raccolta firme

Seguiranno nuove strategie d’azione per l’immediato futuro:

  • ulteriori richieste di accesso agli atti
  • Interrogazione Parlamentare tramite i deputati del Movimento 5 Stelle
  • diffida nei confronti del comune a procedere nei lavori
  • prosecuzione della raccolta firme
  • informazione alla cittadinanza attraverso altre iniziative come quella in oggetto

(Per leggere tutte le iniziative degli attivisti contro la diga sul fiume Liri, (clicca qui per leggere).

Commenti

wpDiscuz
Menu