8 agosto 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.819 VOLTE

L’EDITORIALE (di Marco Tari Capone) – L’eccellenza sorana esiste!

A molti dei nostri lettori, che in questi giorni d’estate sono stati in vacanza all’estero, sarà certamente capitato di riscoprire quell’orgoglio italiano che nasce improvviso nel constatare che non abbiamo nulla da invidiare in termini di capacità agli altri popoli. Ieri sera è successo anche a me, ma senza essermi allontanato da Sora. Ieri, per la prima volta nella mia vita, sono stato a “La Strada della Pizza” ed ho riscoperto che l’eccellenza sorana esiste.

A Cassino, in questi giorni, la nostra Redazione sta assistendo ad una serie di concerti con artisti così importanti da rendere l’evento, per tutto il centro Italia, secondo solo a Roma. Un’eccezionalità che non ha precedenti, ma ha una spiegazione: nasce da una geniale operazione di marketing del Centro Commerciale “Gli Archi”, che negli anni ha superato gli obiettivi commerciali per diventare un volano per il turismo. In altre parole, la dimostrazione che gli imprenditori locali, quando ragionano in grande, riescono a far grande tutto il territorio e non solo le loro aziende.

Ieri sera ho assistito, invece, alla dimostrazione che anche un’associazione di 15 persone può riuscire a creare negli anni un evento ed un’organizzazione tali da attrarre più di 3.000 persone  al giorno da tutto il territorio. Non serve un fine commerciale, perché l’Associazione Culturale Civitas non ha, né direttamente né indirettamente, alcun ritorno economico dall’evento. Non servono grandi nomi, perché basta un’idea, semplice quanto geniale, come quella della pizza. Non servono grandi sponsor, perché ci sono tante piccole realtà locali che possono dare una mano senza pensare che il ritorno di ogni investimento debba essere misurato in euro. Basta solamente quella creatività e voglia di fare bene le cose, che è tipica di noi italiani e ci ha reso famosi in tutto il mondo. Basta solamente non accontentarsi delle poche ma importanti certezze personali, per cercare di raggiungere tutti insieme l’eccellenza.

Insomma, grazie di cuore a tutti gli organizzatori per avermi fatto sentire, ancora una volta, orgoglioso di essere sorano.

[nggallery id=543]

Marco Tari Capone

Commenti

wpDiscuz
Menu