17 ottobre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 914 VOLTE

L’INTERVISTA – Augusto Pomi rassicura i tifosi su vertenza ex calciatori Sora: “Siamo in regola con i pagamenti. Chi mi ha preceduto sistemerà tutto”

Il patron del Sora Calcio Augusto Pomi è tornato sul contenuto dell’articolo comparso stamane sul quotidiano “La Provincia”, che riportava un suo sfogo inerente alla notizia di una vertenza intrapresa da quattro calciatori in forza ai Volsci nella passata stagione per emolumenti non corrisposti.

Presidente Pomi, stamane abbiamo letto il suo sfogo su La Provincia. Che succede?
La città deve anzitutto sapere che finora ogni spettanza da elargire è stata regolarmente pagata. Il Sora attualmente non ha debiti con nessuno, una situazione perfettamente in linea con quanto promesso ad inizio stagione dal sottoscritto, che se ricordate bene pose come primo obiettivo imprescindibile il pagamento regolare di giocatori, staff tecnico e quant’altro. Pertanto, notizie come quella che avete letto, se permettete, mi danno un po’ fastidio.

Ha qualche dubbio sulla risoluzione positiva della questione?
Niente affatto. Ho fiducia nei membri della vecchia dirigenza e sono convinto che risolveranno celermente il problema.

Ma da quel che si legge lei è arrivato a parlare di addio.
Nella malaugurata ipotesi in cui una eventuale vertenza non risolta comportasse penalizzazioni nei confronti della società da me presieduta, che riterrei ovviamente ingiuste alla luce di quanto riportato per iscritto a suo tempo sul verbale d’assemblea, e cioè che i vecchi dirigenti si sarebbero assunti la responsabilità di saldare ogni eventuale debito fino al 31 Maggio 2012, potrei pensare di abbandonare. Ma tutto ciò non accadrà, perché coloro che mi hanno preceduto alla guida del del Sora sistemeranno tutto.

Però si è già tutelato contattando l’avvocato Eduardo Chiacchio.
Naturale, il Sora deve prevedere ogni possibile sviluppo della faccenda e soprattutto verificare se tale vertenza sia o meno giustificata. Di Chiacchio ci fidiamo, tra l’atro il noto professionista napoletano ha già tutelato il Sora in passato, come ad esempio nell’occasione del ricorso per la partita con la Vis Pesaro nel campionato di C1 2003/04 (la gara a cui si riferisce Pomi, vinta sul campo dal Sora per 2-1, fu dichiarata persa a tavolino per un petardo esploso in campo; a seguito della difesa di Chiacchio, i tre punti tornarono ai bianconeri, che evitarono i play out vincendo 1-0 a L’Aquila nella partuta successiva, l’ultima di campionato, con un rigore trasformato da Costanzo al 90′ davanti a 2000 tifosi sorani in festa ndr).

Domenica prossima arriva il Nola: vinciamo?
Speriamo, speriamo davvero! Non sarà una gara facile, ma più tifosi verranno al Tomei più aumenteranno le nostre possibilità di vittoria. Con questo non voglio certamente sminuire il valore degli uomini a disposizione di Castellucci; però quello che ho visto nelle partite con Casertana e specialmente Isola Liri, mi ha impressionato. Questa è una città profondamente legata alla sua squadra; da tanti anni mi occupo di calcio ma sinceramente non ho mai visto una tifoseria come quella sorana. Il legame della gente di Sora con il Sora è qualcosa di speciale: anch’io vorrei diventare speciale per i tifosi bianconeri, ma essi devono starci vicino.

Il messaggio di chiusura del presidente Pomi è chiaro e non ha bisogno di commenti: Domenica 21 Ottobre 2012 TUTTI ALLO STADIO per conquistare i tre punti insieme agli undici che scenderanno in campo indossando la sacra maglia.

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu