5 settembre 2014 redazione@sora24.it
LETTO 3.538 VOLTE

Liri navigabile a Sora: «l’opera inutile» è in dirittura d’arrivo, 500mila euro «gettati al fiume»

Il progetto stesso potrebbe essere cantierizzato intorno al 10 settembre prossimo venturo

Riceviamo e pubblichiamo il seguente testo, con oggetto la navigabilità del fiume Liri ovvero il progetto LIRIS “Marco Tullio Cicerone”, a firma del MoVimento 5 Stelle di Sora nella persona del suo portavoce, Valeria Di Folco.

«Da organi di stampa locale il Meetup di Sora è venuto a conoscenza del fatto che l’iter procedurale per la realizzazione del progetto LIRIS “Marco Tullio Cicerone”, per la navigabilità del fiume Liri, sarebbe in dirittura d’arrivo e che il progetto stesso potrebbe essere cantierizzato intorno al 10 settembre prossimo venturo. A questo proposito il Meetup ha già espresso precedentemente, con una lettera indirizzata al Sindaco e, per conoscenza, alla Direzione regionale Infrastrutture, Ambiente e Politiche Abitative e ai Consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, la sua contrarietà ad un progetto ritenuto inutile dal punto di vista del rilancio economico, ma anche estremamente dannoso per l’ecosistema del fiume.

La succitata lettera indicava in maniera puntuale le innumerevoli criticità di quest’opera emerse dall’attenta lettura e dallo studio degli elaborati di progetto. Tra le tante osservazioni di carattere tecnico, ecologico, riguardanti il decoro urbano e la sicurezza, la più evidente e immediata da recepire è di carattere economico. Infatti, allo stato attuale, sarebbero a disposizione circa 400.000 Euro di fondi regionali ai quali aggiungere 100.000 Euro che verrebbero presi dalle casse comunali.

Come la “Relazione” riporta testualmente a pag. 2, tali fondi “….. consentono di realizzare la sola traversa di sbarramento che tuttavia è la prima opera da eseguire per poter dare attuazione al progetto generale”. Ebbene, invitiamo tutti a riflettere, il rischio molto concreto di fronte al quale ci troviamo è quello dell’ennesima opera destinata a rimanere incompiuta! Dove verranno trovati i fondi per completare tutto ciò che prevede il progetto? Nella relazione si parla della realizzazione di un edificio di servizio con funzioni simili a quelle di uno stabilimento balneare, della realizzazione di pontili in legno, del ripristino degli accessi pedonali e della “ristrutturazione” dei parchi pubblici S. Chiara e Valente, della messa a norma e del potenziamento dell’esistente illuminazione pubblica per la fruizione notturna delle sponde del Liri, ma chi pagherà per tutto ciò? I sorani?

I cittadini devono sapere che 100.000 Euro delle loro tasse locali, rischiano di essere spesi in un’opera inutile quando potrebbero essere investiti, ad esempio, nel sociale per dare un aiuto alle tante famiglie in difficoltà in un momento critico come quello che stiamo vivendo. Purtroppo, sembra che verranno letteralmente “gettati al fiume”. I cittadini devono essere consapevoli che anche altri 400.000 Euro delle loro tasse (perché ricordiamo che anche i fondi europei e regionali sono soldi pubblici e cioè dei cittadini e per i cittadini!!) verranno impiegati per la PARZIALE realizzazione di un’ opera che non rappresenta in alcun modo un investimento e non porterà dunque alcun beneficio a Sora né tantomeno ai suoi abitanti.

Il Meetup di Sora, che ha come obiettivo principale quello di fare attivismo civico e di sensibilizzare la popolazione per contribuire al miglioramento della qualità della vita in una città già martoriata da mille problemi, non può rimanere immobile di fronte a questo ennesimo spreco di denaro pubblico e non lo farà! Un’ Interrogazione Regionale verrà infatti presentata dai Consiglieri del MoVimento 5 Stelle per ottenere i necessari chiarimenti. Gli attivisti auspicano che l’Amministrazione Comunale tenga in maggior considerazione le esigenze e le priorità di un’ intera cittadinanza.

Commenti

wpDiscuz
Menu