Pubblicità
mercoledì 22 luglio 2015 redazione@ciociaria24.net

Luciana, solo adesso ho capito quel “notevole”. Buon viaggio…

Certe notizie inaspettate ti aprono in due in un istante, esattamente come la lama di un coltello spacca a metà una mela. In un attimo tutte le stupidaggini della quotidianità svaniscono nel nulla, ed al loro posto si materializzano improvvisamente quelle sensazioni di impotenza, di povertà e di precarietà che contraddistinguono quasi interamente le nostre misere vite.

Quasi tre mesi fa, per la precisione il 25 aprile, cara Luciana, mi scrivesti un messaggio, anzi, un appello indirettamente rivolto a tutti gli sportivi sorani per la partita tra la Globo Bpf Sora, della quale eri supertifosa, e la B-chem Potenza Picena, la famosa gara 5 della semifinale che valeva l’accesso alla finalissima per l’A1 e che purtroppo perdemmo al termine di una partita caratterizzata per tutto il tempo di gioco da un tifo bellissimo ed assordante.

Questo il testo del messaggio: «Buongiorno Lorenzo, sto seguendo in questi giorni il tuo accorato invito ai sorani sulla partita di pallavolo di domani. Sono molto contenta delle tue parole, le apprezzo e le approvo tutte! Ti prego di tifare anche per me domani, con tutto il fiato che hai. Io non potrò esserci perché sono a Roma e non posso stancarmi troppo per via di un problema di salute notevole. Avrei tanto desiderato partecipare, come ho sempre fatto quando mi trovavo a Sora e la squadra giocava in casa, stavolta cercherò di assistere quantomeno in streaming. Scusa il disturbo, ti auguro una lieta festività della Liberazione, ma soprattutto auguri per il tuo prossimo percorso da papà, il più bello ed importante che ci sia. Luciana».

Non avevo capito, Luciana, difatti ti ho ringraziato telegraficamente chiedendoti di postare il messaggio in bacheca per caricare l’ambiente, e tu mi hai risposto: «Certamente sì che puoi farlo. Io scrivo solo ciò che sento e solo io so quanto vorrei essere lì domani ad urlare e ad esultare con tutti». Ancora non capivo… poi più niente fino ad oggi, giorno in cui ti ho visto di sfuggita su un manifesto funebre, sorridente come lo sei su Fb, con l’annuncio del tuo funerale.

Dopo aver letto della tua… partenza, ancora incredulo ho riaperto il messaggio su Fb ed a quel punto ho capito cosa significava quell’aggettivo, quel “notevole”. In genere per rendere l’idea si scrive “grave”, Luciana, poiché l’uso della parola “notevole” è un modo discreto per esprimere una sofferenza vissuta con grande dignità, per non far pesare troppo sulla vita degli altri il proprio dolore. Forse è proprio questo aggettivo che ti descrive appieno e ci fa capire di aver perso una persona speciale, volata via a soli 45 anni. Buon viaggio Luciana, corri ad abbracciare quel papà che tanto ti manca… e grazie ancora, di cuore.

Lorenzo Mascolo

LUCIANA_660

La Dott.ssa Luciana Bilancetti è venuta a mancare stamane alle ore 8:45 nella sua abitazione in via Annibale Petricca (San Giuliano Sura). I funerali si svolgeranno Giovedì 23 luglio alle ore 17:00 nella chiesa di San Bartolomeo Apostolo in Sora.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DI OGGI a Sora
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA
Menu