29 maggio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 545 VOLTE

Maria Paola D’Orazio: Sora diventerà una città modello nell’ambito della raccolta differenziata

Nuove frontiere per la raccolta differenziata e i rifiuti da imballaggio nella città di Sora. E’ stato, infatti, siglato il mese scorso, dal direttore generale del Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi), Valter Facciotto, e dal Sindaco del Comune di Sora, Ernesto Tersigni, un protocollo d’intesa che, in otto articoli, sancisce la collaborazione tra i due enti in materia di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati. Si tratta di un progetto fortemente voluto e perseguito dall’assessore all’Ambiente del Comune di Sora, Maria Paola D’Orazio che, sin dall’inizio del mandato amministrativo all’interno della Giunta, ha mostrato grande interesse e fattivo impegno nell’attività di pianificazione e individuazione delle soluzioni migliori nell’ambito della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

L’accordo, in sostanza, sancisce la collaborazione tra Conai, Comune di Sora e la Società Ambiente Spa nella redazione di un progetto di raccolta e valorizzazione dei rifiuti di imballaggio, relativo a tutto il territorio comunale, che terrà conto non solo del contenimento dei costi ma anche del raggiungimento degli obiettivi di massima quantità e qualità della raccolta di materiali.

“Nell’ambito di questa iniziativa – spiega l’assessore D’Orazio – il Comune sarà impegnato a promuovere la raccolta differenziata a 360 gradi, nell’ottica della sostenibilità economica e ambientale, coinvolgendo tutte le risorse interne necessarie e garantendo la massima diffusione delle iniziative di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati. Di converso – continua l’amministratrice – il Conai si impegnerà, attraverso le piattaforme di smaltimento convenzionate con il consorzio, a ritirare gli imballaggi e i rifiuti per avviarli al riciclo, nel rispetto degli standard qualitativi indicati dall’accordo Anci-Conai.

Un’iniziativa che assume ancora più valore se si tiene conto che il Conai solitamente stipula questo tipo di protocollo con Comuni che hanno una densità di popolazione molto più elevata di quella sorana: esempi recenti sono Firenze, l’Aquila e Salerno, città particolarmente virtuosa che ha raggiunto il 65% della raccolta differenziata in un anno“.

Un progetto importante, dunque, per redigere il quale è stato istituito un gruppo di lavoro, previsto all’articolo 5 del Protocollo d’Intesa, incaricato di perseguire gli obiettivi dell’accordo.

“Per un territorio che punta alla modernizzazione in tutti i settori – conclude l’assessore D’Orazio – si tratta di un’occasione di sviluppo irrinunciabile sul fronte dello smaltimento dei rifiuti che, solo grazie alla lungimiranza e all’impegno dell’Amministrazione Tersigni, unite al prezioso e fattivo contributo della cittadinanza, sarà ben presto una realtà a Sora e un modello di gestione da imitare anche negli altri Comuni della provincia di Frosinone. Noi puntiamo in alto, perché crediamo che la nostra città abbia tutte le carte in regola per diventare la più virtuosa del territorio in materia di differenziata”.

Commenti

wpDiscuz
Menu