25 settembre 2011 redazione@sora24.it
LETTO 375 VOLTE

Maurizio D’Andria: “Un contributo di sinistra”

Condivido le intenzioni di Marco Urbini e visto che un dibattito non si riesce ad organizzarlo nelle sedi opportune, spero vogliate accogliere il mio contributoper quello che è… Le ultime amministrative sono state a mio modesto parere “uno schifo” più che nei risultati anch’essi pessimi (una parte ha perso il Comune dopo 5 anni di governo, l’altra ha preso poco consenso) direi, nella pratica politica che ha visto consumarsi due gravissime spaccature all’interno del PD e di SEL ad oggi ancora (apparentemente) insanabili. Io che non ho nessuna tessera di partito, sento più che mai l’effetto di questa divisione. Con chi posso schierarmi? Con quale partito posso militare? Non con Movimento 5 Stelle da cui mi sono autosospeso con grande gioia dei perdenti ufficiali. Non con il PD che nelle due componenti (una da me “denunciata” per la mala gestione dei finanziamenti sul distretto del tessile sorano, l’altra con modesto risultato elettorale) perchè ancora in cerca di idee e soluzioni “praticabili”. Forse con SEL a cui mi sento più vicino… ma con chi? Con questo cosa voglio dire? Innanzitutto che se dovessi parlare da “simpatizzante non praticante” o da semplice elettore di Sinistra… avrei molti dubbi se “buttarmi a Sinistra o a fiume”. I voti che la Sinistra prende a Sora sono sempre meno, ogni elezione … sempre meno. Anche le presenze “storiche” registrano sempre meno consensi…meno voti… Una prima riflessione/valutazione perciò può riguardare questi due aspetti: 1) c’è una questione “morale” di buon governo e di buoni rapporti con la città? 2) la Sinistra stenta a rinnovarsi anzi, non ci pensa proprio, così il consenso non trova sponda nelle nuove generazioni sorane e la deriva di destra, facile, disimpegnata e dalle belle promesse ha buon gioco sui volti vecchi e sull’assenza di idee e programmi coraggiosi.

Io che da sempre mi trovavo più a mio agio nel “movimento”, fuori dai partiti, oggi (invecchiato) sento il peso di un valore che nel movimento c’era mentre nei partiti di fatto (con le correnti) non c’era mai…. UNITA’.

Oggi mi sento di dover fare un appello ai “vecchi”. Lasciate stare le questioni personali (che non puoi rivendere a terzi come politiche anche quando queste lo sono), i rancori, i veleni e le gelosie. Oggi il momento politico/economico nazionale e sorano è così grave che non ci possiamo permettere certamente certi lussi… Una duplice divisione così marcata, così rancorosa è un lusso che la SINISTRA a Sora non può permettersi. SI PRENDA ATTO DELLA SCONFITTA SU TUTTI I FRONTI CHE LE SPACCATURE HANNO PRODOTTO IN TERMINI ELETTORALI E POLITICI … E CI SI METTA UNA PIETRA SOPRA… ANDIAMO AVANTI.
Qui però un’altra considerazione è dobbligo.
COME RIPORTARE I DUE PARTITI DI SINISTRA A RITROVARE LA PROPRIA UNITA’ INTERNA E RIPARTIRE?
Salto tutte le fasi intermedie del ragionamento ed arrivo alla proposta politica… non la soluzione, ma una base di partenza senz’altro (secondo me).

Ognuna delle 4 fazioni (2 PD e 2 SEL) FACCIANO UN PASSO AVANTI indicando ognuno di loro 1 referente NUOVO e CONDIVISO (1+1 e 1+1) e diano loro la rappresentanza politica con l’obiettivo di raggiungimento dell’unità dei rispettivi partiti entro i prossimi 4 mesi. Non 1 segretario ma 2 per i prossimi 4 mesi per ogni partito.
Un buon inizio sarebbe allora cercare quelle persone che godono di un buon riconoscimento politico, una stima in ambedue le fazioni di ogni partito. Persone che siano in grado IMMEDIATAMENTE di colloquiare con tutti senza remore e pregiudizi di sorta e sappiano nel contempo buttare le basi programmatiche, ideali della nuova iniziativa politica che la Sinistra sorana deve necessariamente avere per non essere subalterni ne alle iniziative del Centro Destra Sorano ne tanto meno ai diktat di provenienza provinciale. QUI CI VUOLE UNA “NUOVA FENICE” che sappia rinascere dalle proprie ceneri. A tutti i compagni e militanti del PD e SEL dico perciò…NON 1 PASSO INDIETRO … MA 2 IN AVANTI. Nessun accantonamento ne commissariamento ma certamente una NUOVA GUIDA fondata su idee chiare e percorribili… AMBIENTE… SALUTE….. LEGALITA’…. ECONOMIA… PROPOSIZIONE… IMPEGNO….. DISPONIBILITA’ REALE (non virtuale). I Direttivi continueranno ad esserci e li si discuterà. Ma i NUOVI nomi… quelli bisogna cercarli subito per uscire il prima possibile nella palude in cui VOI avete portato la Sinistra a Sora. VOI… comunque sia… VOI.
Partiamo dai dati di fatto… Il resto verrà di conseguenza.

Maurizio D’Andria

Commenti

wpDiscuz
Menu