31 luglio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 422 VOLTE

Mercoledì 01 ore 21, nel chiostro del Museo Civico, il concerto “THE BEAT”

Mercoledi 1°agosto 2012, alle ore 21.00, presso il Chiostro Museo Civico di Sora, si terrà il recital pianistico del M°Marco Velocci, attualmente impegnato nel Tour 2012 che prevede circa 50 concerti nella nostra provincia e nei teatri di tutta Italia.

L’evento, inserito nel cartellone di “VIVI SORA: l’Estate di Sora 2012” è stato presentato ieri nel corso della conferenza stampa che si è tenuta presso la Biblioteca Comunale. Il concerto è stato illustrato dall’Assessore alle Politiche Culturali Andrea Petricca, dal M°Marco Velocci, dal M° Andrea Valle e dal mezzo soprano Paola Roncolato.

Nel corso del concerto verranno eseguiti tutti i brani presenti nel cd “The Beat ” composto dal M° Marco Velocci. Il progetto è stato realizzato dal maestro e dalla management Angela Venditti e prodotto dalle case discografice VALLEGIOVANNI EDIZIONI MUSICALI e dalla ALWAYS STUDIO in collaborazione con i comuni di Isola del Liri, Boville Ernica, Monte San Giovanni Campano, Vicalvi, Castelliri, Sora, Atina, Piglio, Santopadre, Arpino. La rappresentazione scenica è curata dal Photographer Giancarlo Genovesi di Boville Ernica molto sensibile a questo progetto. Inoltre durante il corso della serata verranno eseguite alcune tra le più celebri arie d’opera con la collaborazione del mezzo soprano Paola Roncolato. Il messaggio che l’artista vuole trasmettere attraverso la raccolta riguarda temi importanti e di grande valore sociale. Non si sofferma sul solito bel canto e sullo scontato virtuosismo pianistico ma usa armonie e tecniche interpretative che arrivano al cuore della gente.

Il fulcro principale è il valore della famiglia, molto scosso e colpito oggi, considerato dal maestro come la base fondamentale per conquistare la felicità nonché come la soluzione per superare un periodo difficile per il nostro Paese. I brani appartenenti al cd THE BEAT prendono ispirazione dalla nascita del primogenito dell’artista il quale riesce a descrivere la grande emozione provata solo attraverso le note che superano il linguaggio delle parole. I brani descrivono l’amore di un padre per il figlio in contrasto con quello che viene considerato più comunemente l’amore di una mamma e descritto attraverso la musica come un amore immenso forte amaro ma allo stesso tempo fragile e dolce quanto sensibile.

[nggallery id=523 template=caption]

Commenti

wpDiscuz
Menu