1 ottobre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 618 VOLTE

Monte S.Giovanni Campano, centro storico pericolante: una tegola in testa per il Dott. Marco Belli, salvo per miracolo

E’ diventato un problema circolare per le vie del Capoluogo di Monte San Giovanni Campano e nessuno prende rimedio nonostante che ci siano segnalazioni da parte dei Cittadini persino sulle testate giornalistiche locali. Scrivo da privato Cittadino e sono il Dott. Marco Belli che ieri ha subito una tegola in testa procurandomi una ferita lacero contusa suturata al Pronto Soccorso SS Trinità di Sora.

Tutto questo è accaduto nonostante che il Comune sia stato avvisato per tempo della pericolosità dei luoghi. Ieri dopo il mio ferimento c’è stato l’intervento dei Vigili del Fuoco che finalmente hanno disposto il transennamento della strada. Non scrivo solo per me in quanto è evidente che sono duro a morire ma è palese che se al posto mio ci fosse stato un bambino con il cranio più fragile le conseguenze sarebbero state diverse. Altre criticità di questo genere sono presenti nei vicoli del capoluogo Monticiano e prima fra tutte il muro di cinta di Piazza della Corte che è in procinto di cadere.

E’ evidente una crepa larga più di 20 centimetri che ha disassato il muro alto in alcuni punti è alto più di tre metri e che mostra segni di crollo imminente. Non ci vuole un ingegnere per vedere una cosa del genere , non ci vuole l’Ufficio Tecnico per convalidare quello che il buon senso suggerisce. Monte San Giovanni Campano non è nuovo ai crolli e non è la prima volta che accade una cosa del genere! Ci sono stati crolli al largario di S. Giusta, al muro di cinta della Scuola e altri smottamenti dovuti all’incuria e alla mancanza di manutenzione combinata tra privati e pubblica amministrazione.

Sono fortemente convinto che sia arrivata l’ora che l’Amministrazione Comunale inizi a pensare alle opere da fare per mettere in sicurezza la vita dei Cittadini e abbandoni una volta e per tutte fantasiosi interventi sul territorio come asfaltare strade che non portano da nessuna parte, fare marciapiedi per orde di turisti che non verranno mai, mettere lampioni per illuminare il percorso notturno dei “cani pizzigli” e soprattutto la finisca di impiantare recinzioni da OK Corral che non hanno nessuna ragione di esistere come sistema di sicurezza per le autovetture. La mia vuole essere critica, polemica e soprattutto rimprovero per chi considera i Cittadini Carne da Macello. Nella foto via Colle Fiorito messa in sicurezza dai Vigili del Fuoco dopo i crolli di ieri.

Dott. Marco Belli

Commenti

wpDiscuz
Menu