1 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 230 VOLTE

MOTOGP: CATANUNYA. A STONER RISPONDE LORENZO NELLE LIBERE

MONTMELO’ (SPAGNA) (ITALPRESS) – Prima giornata di prove libere dai due volti per i protagonisti della Motogp in vista del Gran Premio di Catalunya, quinto appuntamento della stagione. Se la prima sessione della mattinata si era chiusa con le Honda ufficiali di Stoner e Pedrosa davanti a tutti, in quella pomeridiana e’ salito in cattedra Jorge Lorenzo. Lo spagnolo con la Yamaha ha fatto registrare il miglior tempo della giornata in 1’42“099, mentre le Honda ufficiali, invece, sono andate in evidente difficolta’. Molto interessanti soprattutto gli ultimi 5 minuti con vari piloti a scambiarsi la posizione di vertice. Guardando la tabella dei tempi ha sorpreso il secondo tempo di Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini). Lo spagnolo del team San Carlo Gresini e’ stato il migliore delle Honda, mentre Dani Pedrosa (Repsol) e’ scivolato in settima posizione e il leader del mondiale Casey Stoner, addirittura in decima. Per l’australiano solo un 1’43“134, peggiore del tempo realizzato al mattino, ovvero 1’42“775. Tra i primi 4 si sono piazzate ben tre Yamaha: terzo e quarto tempo, infatti, per le due tech3 di Cal Crutchlow (1’42“447) e Andrea Dovizioso (1’42“592). L’altra sorpresa di giornata e’ stata la quinta piazza di Hector Barberß (Pramac Racing) che ha stupito con la Ducati. Lo spagnolo ha realizzato il tempo di 1’42“639 con Ben Spies (Yamaha Factory) a chiudere le prime sei piazze. Per trovare le Ducati ufficiali bisogna scendere in nona posizione per l’americano Nicky Hayden e addirittura in undicesima (12° nei
tempi combinati) per trovare Valentino Rossi, nonostante il nuovo forcellone in alluminio. Evidentemente sull’asciutto, come era prevedibile, c’e’ ancora tanto da lavorare. In Moto2 Thomas Luthi si e’ confermato in forma e dopo la vittoria
di Le Mans ha concluso davanti a tutti in entrambe le sessioni del venerdi’ di Catalunya. Lo svizzero del team Interwetten Paddock non ha migliorato il tempo di qeusta mattina, pur rimanendo molto vicino e ha preceduto Scott Redding (Marc VDS Racing) e Pol Espargaro (Pons 40 HP Tuenti). Lo svizzero ha mantenuto la testa della classifica dei tempi nonostante una caduta a meno di dieci minuti dal termine della sessione. Segnali positivi anche da parte di Andrea Iannone (Speed Master); l’italiano, che questa mattina, a causa anche di una caduta era rimasto fuori dalla top ten, ha chiuso in quarta posizione. Per quel che riguarda la Moto3 bella sfida davanti con il binomio FTR-Honda protagonista con ben 3 piloti nelle prime sei posizioni. Due di questi sono Maverick Viñales (Blusens Avintia), beniamino di casa e il vincitore di Le Mans Louis Rossi (Racing Team Germany). La spunta il francese in uno strepitoso stato di forma grazie al tempo di 1’52“624, 277 millesimi piu’ rapido del pilota di casa. Romano Fenati (Team Italia FMI), altro pilota FTR Honda migliora il suo crono di questa mattina (1’54“894) di 1,2 secondi
e chiude nella sesta piazza. Davanti a lui troviamo il leader della classifica Sandro Cortese (Red Bull KTM Ajo), Miguel Oliveira (Estrella Galicia 0’0) e il giovane inglese Danny Kent (Red Bull KTM Ajo). Spettacolare la caduta di Luigi Morciano (Ioda Team Italia) che ha chiuso solo 33º senza poter rientrare in pista.

Fonte: www.italpress.com

Commenti

wpDiscuz
Menu