mercoledì 17 aprile 2013 redazione@sora24.it

Non solo sport e competizioni, ma anche solidarietà ed impegno sociale: tutto questo e molto di più è l’Asd Atletica Sora

Non solo sport e competizioni, ma anche solidarietà ed impegno sociale: tutto questo e molto di più è l’Asd Atletica Sora.
Causa cronica mancanza di strutture, il sodalizio sorano ha dovuto sin da subito cercare soluzioni sempre diverse per poter svolgere la propria attività nell’arco dell’anno. Ma per i ragazzi della presidente Emiliana Pistilli il momento di maggiore difficoltà è sempre stato il periodo invernale. Infatti se basket e pallavolo possono contare su strutture al coperto dedicate esclusivamente a loro, lo stesso non può dirsi per le altre realtà sportive del territorio.

Ai più è ormai noto lo stato in cui versa il campo Giuseppe Panico di Sora, l’unico centro in cui i vari sport “poveri” possono trovare una sistemazione. Fortunatamente esistono anche strutture al coperto come le palestre delle scuole che, utilizzate normalmente per le attività scolastiche, possono essere messe a disposizione delle associazioni che ne fanno richiesta. Negli ultimi anni l’Atletica Sora ha trovato ospitalità in alcune palestre della città, proseguendo l’attività che normalmente si svolge all’aperto, anche nei pomeriggi di pioggia e freddo intenso che l’inverno riserva.

Disporre quindi di un luogo all’asciutto per potersi allenare è fondamentale soprattutto per i più piccoli che altrimenti dovrebbero attendere l’arrivo della bella stagione per poter riprendere l’attività sportiva. Quest’anno e per il secondo anno consecutivo, grazie alla sensibilità dell’Amministrazione comunale e della dirigente della scuola elementare e dell’infanzia Achille Lauri, Dott.ssa Marcella Maria Petricca, gli atleti sorani hanno potuto utilizzare la palestra del quartiere Pontrinio e così grandi e piccini si sono allenati al coperto perfezionando alcuni aspetti importanti della preparazione atletica e tecnica.

È così che la Scuola Regionale di Atletica Leggera guidata da Emiliana Pistilli e il settore giovanile e assoluto sia maschile sia femminile seguito con passione dai tecnici Gino Pica e Massimiliano Caschera hanno deciso di ricambiare la cortesia che la dirigente dell’istituto scolastico sorano ha riservato loro dipingendo, a proprie spese, le mura della palestra sporche e rovinate dagli anni di uso e dal recente sisma che ha investito la città.

Durante la sospensione dell’attività scolastica per le festività pasquali l’ASD Atletica Sora si è mobilitata in tutte le sue risorse, a partire dagli atleti che hanno accantonato per quest’occasione peso, disco e ostacoli, e si sono cimentati con pennelli, spatole e carta vetrata. Il restauro ha portato via due giornate piene e sotto la supervisione dei dirigenti sorani, i ragazzi hanno dimostrato una caparbietà e capacità non comune, tanto il lavoro è stato eseguito a regola d’arte.

Un ringraziamento va a tutti quelli che con entusiasmo e pazienza si sono impegnati in questo progetto, dimostrando sensibilità e spirito civico verso la propria città e le proprie strutture. Intanto con l’inizio della stagione agonistica outdoor, gli atleti dell’ASD Atletica Sora saranno impegnati sabato 20 e domenica 21 Aprile presso l’impianto sportivo della Farnesina per i Campionati Regionali di Società, validi anche come Campionati italiani individuali assoluti sulla distanza dei 10000m. Alla manifestazione parteciperanno gli allievi Marta Conflitti e Gianluca Terribile che prenderanno parte all’insolita gara dei 20’ e 30’ di corsa in pista. Mentre gli assoluti Davide Iafrate, Nico Mattei ed Andrea Capobianco affronteranno i migliori mezzofondisti regionali ed italiani per accaparrarsi l’ambito riconoscimento di campione italiano sulla distanza dei 10000m.

[nggallery id=911]

Commenti

wpDiscuz
Menu