17 luglio 2013 redazione@sora24.it
LETTO 714 VOLTE

Notte al Museo: ottima riuscita dell’evento promosso dal Museo Civico della Media Valle del Liri

Ottima affluenza di pubblico per la “Notte al Museo”, svoltasi sabato 13 luglio. Un programma ricco e di spessore ha animato le sale del Museo Civico della Media Valle del Liri, aperto per l’occasione fino alle 24.00.

L’evento, promosso dall’Assessorato alle Politiche Culturali nell’ambito di si è aperto alle 21 nel suggestivo Chiostro per un cocktail di benvenuto. A seguire, il momento letterario dell’Incontro con l’autore. L’incontro, nato da una collaborazione con il “Punto Einaudi” di Frosinone di Bruno Paolozzi, ha visto la presentazione del libro “Guerra alle donne. Partigiane, vittime di stupro, amanti del nemico» (1940-45)”, della storica Michela Ponzani, intervistata da Roberta Pugliesi.

La Dott.ssa Ponzani, ricercatrice dell’Istituto Storico Germanico di Roma, ha tratteggiato un racconto avvincente degli anni dell’ultima guerra mondiale. Lo spaccato storico è stato letto dalla parte delle donne, facendone venire alla luce aspetti non detti o rapidamente rimossi. Emozionante l’interpretazione di alcune testimonianze di donne, tratte dal libro, dell’attrice Francesca Bellino, che ha chiuso il momento letterario con la recitazione del monologo “Lo stupro” di Franca Rame.

In tema con il momento letterario, le due mostre fotografiche e video che hanno arricchito la sezione espositiva. Emozionanti le proiezioni di Gabriele Ferri “Negli occhi delle donne di Kabul”. La mostra ha voluto rendere omaggio alle donne afghane che purtroppo non hanno voce nel loro e nel nostro mondo ma hanno occhi, occhi che parlano, occhi che gridano desiderio di libertà, occhi che imprimono il loro sguardo fugace nella mente e nel cuore di chi lo incrocia. Dagli scatti emerge un Afghanistan che non è solo guerra ma anche un paese di donne che, pur vivendo in una condizione coatta di inferiorità, vittime di un conflitto secolare, non hanno perso l’essenza più profonda dell’essere “Donna”.

A seguire la visita guidata all’interno della sezione archeologica, accompagnata dalle esibizioni al flauto traverso della musicista Gabriella Rea. Le operatrici museali hanno guidato gli ospiti fino alla “Sala romana” dove la Dott.ssa Manuela Cerqua ha presentato i resti del tempio romano di fine IV-III sec. a.C. presente al di sotto della Cattedrale di Santa Maria Assunta e le novità emerse dagli ultimi studi sul culto di Ercole a Sora.

Martedì 16 luglio, il Chiostro del Museo si è trasformato nello scenario di una sapiente conversazione sul teatro greco ed, in particolare, sulla commedia di Aristofane. Relatore il Prof. Cristiano Scagliarini del Liceo Classico “Giulio Cesare” di Roma. L’evento è stato organizzato dal Museo nell’ambito dello stage di formazione degli allievi della Scuola Romana di Circo, curati dall’attore Guglielmo Bartoli. L’incontro è nato come preparazione al “Sora Buskers Festival”, la kermesse dedicata agli artisti di strada che prenderà il via venerdì 19 luglio.

Commenti

wpDiscuz
Menu