venerdì 16 ottobre 2015 redazione@sora24.it

Nuove Regioni: l’annessione all’Adriatica è un’idea, ma non per tutta la provincia

Dopo la levata di scudi di stampa e politici dell’asse autostradale arriva anche dal Sorano l’eco della contrarietà all’istituzione della nuova Regione Tirrenica. Questo ddl Morassut-Ranucci, a quanto pare, non piace proprio. Fermo restando le inesatte dichiarazioni riguardanti la diversità storica tra il nostro territorio e la Campania (la zona di Sora è stata per secoli il nord del Regno di Napoli e fino al 1927 Distretto in Provincia di Terra di Lavoro), ci sono alcune considerazioni plausibili da sviscerare, prendendo anche spunto dall’articolo pubblicato oggi su La Provincia Quotidiano, a partire dal discorso della frantumazione del Lazio.

Da anni si parla di Roma come regione a sé stante, e da questo punto di vista non è certamente una novità il progetto Morassut-Ranucci. Il problema è che il Lazio, per l’appunto, sparirebbe per far spazio alle Regioni Appenninica e Tirrenica. Una soluzione migliore, dal punto di vista dei politici nostrani, sarebbe quella del mantenimento delle province restanti (Viterbo, Rieti, Latina e Frosinone) nel Lazio stesso, ma in tal caso perderebbe senso il progetto di riduzione delle regioni. Al tempo stesso, per onesta intellettuale, bisogna far presente che riesce alquanto difficile pensare a Viareggio come città appenninica e Gaeta come città Tirrenica, visto che entrambe sono sul Mare Tireno.

Tornando all’aspetto squisitamente nostrano, leggiamo su La Provincia Quotidiano che per il sindaco di Arpino « una soluzione praticabile e proficua sia quella di un referendum che proponga il distacco della provincia di Frosinone dalla Regione Lazio (in caso di sparizione di quest’ultima ndr) e l’aggregazione nella Regione Abruzzo». Anche in questo caso, però, sorgerebbero problemi, in quanto l’Abruzzo con annessa provincia di Frosinone, essendo inglobato nella nuova Regione Adriatica comprenderebbe anche comuni come Ausonia che invece si trova a pochi km dal Tirreno.

In definitiva il progetto di aggregazione all’Abruzzo, o se preferiamo alla Regione Adriatica, sarebbe una idea fattibile con apposito referendum per due al massimo tre comuni del sorano, tipo quelli immediatamente confinanti con l’attuale provincia dell’Aquila. Non a caso, i due sindaci che caldeggiano maggiormente tale ipotesi sono proprio il già citato Rea ed Ernesto Tersigni di Sora. I due, conclude La Provincia, si incontreranno a breve «per valutare gli aspetti giuridici della questione prima di interpellare altri soggetti».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App