9 aprile 2015 redazione@sora24.it
LETTO 1.018 VOLTE

Omicidio Fava: difesa Cianfarani presenta appello

La difesa di Tonino Cianfarani, assistito dall’avv. Ezio Tatangelo, «ha presentato appello alla sentenza di condanna a 25 anni di carcere» per lo stesso 42enne muratore sorano «condannato in primo grado per omicidio volontario e occultamento di cadavere».

La notizia, riportata da Il Messaggero, si riferisce alla nota vicenda della morte di Samanta Fava, 36enne sorana il cui cadavere venne trovato murato «nella cantina della casa in uso a Cianfarani che si trova a Fontechiari» (vedi foto copertina).

Commenti

wpDiscuz
Menu